Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

L'EVENTO

Stem in the City, a Milano il digitale si colora di rosa

Domani i tre giorni finali dell’evento: workshop e incontri promossi dal Comune lombardo per incoraggiare le ragazze ad avvicinarsi alle materie tecnico-scientifiche. In campo manager di grandi compagnie hi-tech

26 Apr 2017

An.F.

Diffondere la cultura digitale tra i giovani e incoraggiare le ragazze a intraprendere carriere di studio e di lavoro negli ambiti più dinamici dell’economia digitale. Con questo obiettivo è nato #STEMintheCity, evento promosso durante tutto il mese di aprile dal Comune di Milano con il patrocinio delle Nazioni Unite (Itu e Unric), del dipartimento delle Pari opportunità della Presidenza del Consiglio e dell’Ufficio scolastico regionale. L’iniziativa, che ha previsto la collaborazione di organizzazioni pubbliche e private, si avvia alle battute conclusive con la maratona Stem (acronimo di science, technology, engineering e math) che animerà i 3 giorni finali dell’evento (27-29 aprile).

Sono previsti diversi workshop pensati per offrire alle giovani partecipanti le conoscenze dell’azienda al fine di aumentare l’interesse da parte delle ragazze verso le materie scientifiche, e fornire una visione esaustiva nei campi specifici della user experience in ambito digitale e la sicurezza informatica. La prima edizione di #STEMintheCity ha registrato numeri importanti con più di 40 eventi realizzati grazie ai 50 partner che hanno aderito all’iniziativa: circa 1200 tra bambine e ragazze, che con i loro compagni di scuola, insegnanti, educatori e genitori hanno partecipato a workshop, corsi di formazione e laboratori durante l’intero mese di aprile.

Oggi, in occasione della conferenza stampa di presentazione delle attività a cura del Comune di Milano, la vicesindaco Anna Scavuzzo, l’assessora alla Trasformazione digitale e Servizi Civici Roberta Cocco, l’assessora alle Politiche per il lavoro Cristina Tajani, insieme ai main partner dell’iniziativa, Intesa Sanpaolo, Lenovo e Vodafone, hanno illustrato l’intenso programma della tre giorni conclusiva di #STEMintheCity. “Arriviamo a questo speciale appuntamento – commentano Scavuzzo, Cocco e Tajani – dopo un mese ricco di iniziative dedicate alle bambine e alle ragazze milanesi. Grazie alla stretta collaborazione tra l’Amministrazione Comunale e numerosi partner pubblici e privati, la nostra città è stata animata da moltissimi eventi che hanno visto coinvolte fablab, associazioni e aziende e scuole. Un ringraziamento particolare va anche a tutti i docenti che hanno risposto in modo così positivo alle proposte, permettendo a un così grande numero di classi di partecipare alle diverse iniziative”. La maratona conclusiva “è frutto dell’impegno che il Comune di Milano ha investito nel progetto per aiutare le giovani milanesi a cogliere le opportunità offerte dalle Stem e dal digitale, attraverso un ricco palinsesto di corsi ed eventi e grazie alla testimonianza di donne che, grazie alle Stem, hanno vinto le loro sfide personali, costruendo un futuro migliore per tutti. Ci auguriamo che questa iniziativa avvicini le bambine e le giovani donne a queste discipline senza preconcetti, affinché intraprendano percorsi tecnico-scientifici capaci di assicurare un accesso più immediato al mondo del lavoro e un’equa presenza di genere nell’industria, nell’economia, nella politica e nella vita sociale”.

Fra le aziende presenti ci sarà Ntt Data Italia, filiale del colosso giapponese dell’IT, i cui manager interverranno con alcuni speech dedicati all’utilizzo della Rete e dei social network da parte dei più giovani o ancora ai modi e le forme in cui l’esperienza utente in ambito digitale impatta sulla vita quotidiana di tutte le persone. Secondo una ricerca elaborata da Ntt Data Italia, solo il 38% delle iscrizioni alle lauree Stem sono riconducibili alle ragazze, che però poi costituiscono il 55% dei laureati.

“Questi elementi, confrontati con gli ultimi dati di mercato che indicano il digitale come ambito d’eccellenza per lo sviluppo delle professioni del futuro, e settore nel quale tutte le istituzioni pubbliche e private prevedono maggiori opportunità di lavoro in futuro, fanno comprendere come sia sempre più importante cercare di stimolare l’interesse da parte delle ragazze nei confronti delle cosiddette materie tecnologiche – spiega Nadia Governo, senior vp di Ntt Data Italia -. Per questo motivo, partecipiamo con entusiasmo all’iniziativa promossa dal Comune di Milano, e siamo convinti che il nostro contributo possa essere di reale utilità per tutti i giovani milanesi e le giovani donne che parteciperanno alle diverse iniziative di #STEMIntheCity in programma nei prossimi giorni”.

Argomenti trattati

Approfondimenti

D
digitale
I
innovazione
M
milano
N
Ntt Data

Articolo 1 di 2