Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

LA TRIMESTRALE

Stm riduce la produzione, pesa il calo della domanda di chip

Nel terzo trimestre i ricavi calano del 6% attestandosi a quota 1,76 miliardo. In crescita a 90 milioni gli utili. Il ceo Bozotti: “Abbiamo ridimensionato i programmi di produzione: la contrazione dei consumi in Cina si riflette sul mercato globale”

29 Ott 2015

F.Me

L’indebolimento della domanda durante il terzo trimestre dell’anno porta Stmicroelectronics a ridimensionare i programmi di produzione per il quarto trimestre. Lo afferma il gruppo dei semiconduttori nella nota dei dati trimestrali, attendendosi da ottobre a dicembre “che i ricavi diminuiscano rispetto al trimestre precedente di circa il 6%”.

I conti del produttore di semiconduttori mostrano un utile netto del periodo a 90 milioni di dollari rispetto ai 72 milioni dell’analogo trimestre dello scorso anno a fronte di ricavi a 1,76 miliardi rispetto a 1,88 miliardi dell’anno scorso.

“L’indebolimento della domanda durante il terzo trimestre ci ha portato a ridimensionare i nostri programmi di produzione per il quarto trimestre” commenta il presidente e Ceo del gruppo di semiconduttori Carlo Bozotti, segnalando che nei tre mesi appena conclusi ”la crescita dei ricavi è stata limitata e inferiore alle previsioni, a causa del progressivo indebolimento della domanda del mercato con l’avanzare del trimestre e di un problema di produzione di un subfornitore che ha inciso sulle nostre vendite di microfoni”. Inoltre ”abbiamo assistito a un progressivo deterioramento del mercato: la contrazione dei consumi in Cina si sta riflettendo sulle dinamiche del canale di distribuzione nella regione ma anche sul mercato a livello più globale, in particolare nel settore automotive.”

“Nel quarto trimestre – prosegue Bozotti – ci attendiamo che i ricavi diminuiscano rispetto al trimestre precedente di circa il 6% come valore intermedio della guidance, e che il valore intermedio per il margine lordo sia intorno al 33,5%”. Infine, aggiunge il manager, su Digital Product Group ”stiamo facendo progressi nel ridurre il numero delle opzioni e ci poniamo l’obbiettivo di annunciare una decisione finale all’inizio del 2016″.

Argomenti trattati

Approfondimenti

C
carlo bozotti
C
chip
S
stm
T
terzo trimestre

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Link

Articolo 1 di 2