Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

L'INVESTIMENTO

Stocard punta sul mobile payment, in arrivo 20 milioni

L’applicazione che consente di memorizzare tutte le carte fedeltà sul proprio smartphone ha annunciato un nuovo round di finanziamenti da ​parte di Macquarie Capital​, la più grande banca d’investimenti australiana. Serviranno per lanciare il pagamento digitale e raddoppiare il team con 40 nuove assunzioni

05 Giu 2018

Giorgia Pacino

Nuovi fondi per l’app che raggruppa tutte le carte fedeltà in un solo clic. Stocard, il portafoglio digitale con più di 25 milioni di utilizzatori in tutto il mondo, ha annunciato un nuovo round di finanziamenti per 20 milioni di dollari.

Il finanziamento arriva da ​Macquarie Capital​, la più grande banca d’investimenti australiana. Si somma a quelli di Shortcut, Alstin, Rocketship (quarto investitore in Facebook), Htgf ed Engelhorn. Stocard utilizzerà le nuove risorse per lanciare la funzionalità di mobile payment e raddoppiare il team con 40 nuove assunzioni per i dipartimenti di Ingegneria, Sales e Marketing. Oltre a rafforzare la sua presenza in Italia, punta all’espansione in nuovi mercati. Proprio oggi ha inaugurato un ufficio a Parigi e tra qualche settimana ne aprirà uno anche a Toronto. Si affiancheranno alle sedi di Roma, Sydney e Amsterdam.

“Negli ultimi 18 mesi abbiamo aperto le porte in altri sei mercati e ci siamo affermati nella top 10 delle app nella categoria shopping sia nell’App Store che nel Play Store”, sottolinea ​David Handlos, co-fondatore e Ceo di Stocard. “L’investimento aiuterà ad accelerare l’espansione e intensificare il lavoro con i nostri partner, al fine di creare un ponte tra i dispositivi mobili e i negozi fisici e dare loro supporto nella gestione dell’agenda digitale”.

Nata a Mannheim, in Germania, l’app di Stocard consente a chi la scarica di memorizzare le proprie carte fedeltà sullo smartphone: così si possono raccogliere punti e premi senza dover portare con sé tutte le tessere. Gli utenti ricevono offerte personalizzate da parte dei retailer preferiti, verificano in tempo reale il loro saldo punti, le transazioni effettuate e possono sottoscrivere nuovi programmi fedeltà direttamente nell’app. “Stocard offre ai clienti un’esperienza di acquisto completa, rivisitando il ruolo che lo smartphone e il portafoglio possono giocare nella nostra esperienza di acquisto quotidiana”, precisa Elmar Broscheit, managing director di Macquarie Capital che ha deciso di investire nel progetto​. “Il team sta creando nuovo valore per i retailer, consentendo loro di sfruttare il digitale, il mobile e i dati in una modalità che semplicemente non esisteva prima”.

Cresciuta al ritmo di un milione di nuovi utenti al mese, Stocard ha fatto dell’Italia il suo mercato strategico. “È il Paese leader per numero di utenti, ben 4 milioni, il doppio a partire dal lancio avvenuto un anno e mezzo fa”, fa notare ​Valeria Santoro, country manager Italia​. “Per i retailer, Stocard rappresenta un luogo da presidiare sia per acquisire nuovi clienti sia per rafforzare il rapporto con i possessori di carta e incrementare la frequenza di acquisto”. Oltre 4 mila le insegne internazionali rappresentate: tra le altre, Mediaworld, Esselunga, Carrefour, Ikea, Decathlon, Prénatal, Rewe, Leroy Merlin, Sigma, Crai, Bennet.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5