Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Street View in Abarth: la prima volta mondiale in uno stabilimento automobilistico

15 Ott 2014

Per la prima volta in Europa un brand automotive apre le porte del proprio stabilimento alla tecnologia Google Street View. Nasce così il “Virtual Tour Abarth”, un’esperienza unica e immersiva alla scoperta delle Officine Abarth di Torino dove passione e know-how danno vita a vetture uniche per dimensioni e performance.

Realizzato dall’agenzia creativa xister e accessibile dal sito ufficiale Abarth e dalla piattaforma Google Maps, il suggestivo viaggio virtuale consente all’utente di visitare ogni angolo della sede dello Scorpione. Si parte dallo showroom – dove sono esposti modelli storici, vetture Racing e la nuova gamma Abarth – per poi attraversare i corridoi, tra heritage e storia del marchio, fino a raggiungere una suggestiva riproduzione dell’ufficio di Karl Abarth. L’esplorazione continua nel cuore dello stabilimento, l’officina: qui si trovano i ponti con le auto su cui lavorano i meccanici, i vari dipartimenti tecnici in cui vengono assemblate le vetture e la cabina di verniciatura.

Uno strumento innovativo per scoprire la gamma Abarth, con la possibilità di “navigare” tutte le vetture con viste a 360° all’interno dell’abitacolo. Tra le zone più interessanti da visitare vi è certamente lo spazio dedicato alla Abarth 695 Biposto, un vero e proprio “atelier virtuale” dove poterla ammirare da ogni angolo, sia all’esterno che all’interno, oltre che conoscerne tutti i contenuti esclusivi e tecnologici attraverso disegni tecnici e video.

Il tour virtuale di Abarth assicura quindi un’esplorazione unica alla scoperta del mondo e dei valori dello Scorpione. Merito anche dei diversi Hotspot, presenti in ogni panoramica di navigazione, cui corrispondono i focus di approfondimento dove l’utente può consultare contenuti multimediali di grande fascino. Inoltre, un’interfaccia grafica personalizzata Abarth e intuitivi comandi di navigazione rendono l’esperienza online su Street View del tour ancora più coinvolgente grazie a zoom, fullscreen, 360° automatico, help, e tanti altri tool.

Chiaro a questo punto come il tour virtuale presso le Officine Abarth di Torino rappresenti l’occasione ideale per scoprire tutta la gamma direttamente nei luoghi in cui viene creata, insieme ai kit, agli accessori e al merchandising sviluppato per soddisfare gli appassionati dello Scorpione. Dunque, l’innovativo progetto è il primo passo di Abarth verso la “nuova era” del brand, che ancora una volta dimostra una grande attenzione e capacità di adattamento allo scenario tecnologico circostante. Lo strumento, infatti, rappresenta l’evoluzione del catalogo di oggi, permettendo una consultazione più agevole e un aggiornamento più rapido e immediato, per vivere una “Abarth experience” a 360°. Il progetto “Virtual Tour Abarth” è stato presentato in anteprima mondiale al recente Salone di Parigi attraverso l’impiego degli Oculus Rift, un visore che si applica sugli occhi e copre completamente il campo visivo di chi lo indossa, riproducendo in 3D gli ambienti della vita quotidiana, in questo caso le Officine Abarth di Torino. In dettaglio, la tecnologia utilizzata da Oculus Rift permette di spostare la visuale nel mondo virtuale girando il capo, esattamente come facciamo nella realtà.

Argomenti trattati

Approfondimenti

G
google
I
itc
O
Oculus Rift
S
street view

Articolo 1 di 5