Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

MAPPING

Street View, ora tocca alle mappe subacquee

Google si “immerge” nei fondali. Già pronta una directory di 50mila fra foto e video HD nella Grande Barriera Corallina e in altri scenari marini dalle Filippine alle Hawaii

26 Set 2012

P.A.

Street View, il servizio di Google Maps che fornisce foto e panoramiche a livello stradale, allarga le sue attività alle mappe subacquee. Il nuovo servizio, realizzato in collaborazione con Catlin Seawiew Survey, fornisce già una directory di 50mila fotografie in alta definizione, scattate sotto la superficie del mare e video in alta definizione girati nella Grande Barriera Corallina.

Il progetto ha in cantiere una serie di spedizioni scientifiche subacquee, che saranno poi assemblate attraverso la tecnologia di Google Street View. Il servizio consente agli utenti di visitare virtualmente la Grande Barriera Corallina e nuotare tra tartarughe e mante, su Google Maps.

Questo è stato possibile utilizzando la più avanzata tecnologia oggi disponibile, insieme alla prima macchina fotografica subacquea controllata da un tablet, la fotocamera Svii. Le immagini mostrano aree estese della Grande Barriera Corallina e alcuni degli scenari marini più belli al mondo, dalle Filippine alle Hawaii.

Argomenti trattati

Approfondimenti

G
google
G
google maps