TECNOLOGIE

Superbonus 110%, Spartan Tech lancia la blockchain anti-frode: “Opportunità per il Paese”

Un mix di soluzioni consente di individuare i punti critici dei processi perimetrando le responsabilità all’interno della filiera. Tra i progetti della tech company Lifecredit, piattaforma nativa per la gestione del credito fiscale

16 Feb 2022

L. O.

blockchain_699641242

Con la blockchain e l’Intelligenza artificiale si possono evitare le frodi. Il Paese colga la criticità emerse nei controlli per il Superbonus per le ristrutturazioni del 110 per cento per fare un passo avanti nell’innovazione e non blocchi le aziende”. Lo dichiara Paul Renda, Ceo di Spartan Tech, start up milanese specializzata nello sviluppo di soluzioni blockchain orientate alla sostenibilità.

La piattaforma Lifecredit

Tra i progetti di maggior successo di Spartan Tech Lifecredit, piattaforma nativa blockchain per la gestione di ecobonus e superbonus, che ha superato 500 milioni di euro di crediti fiscali contrattualizzati per un totale di più di 100 mila pratiche.

INFOGRAFICA
I Trend 2022 per l’UC&C: come rendere smart la comunicazione aziendale
Cloud
Intelligenza Artificiale

“Quando abbiamo lanciato Spartan Tech avevamo un progetto: aiutare migliaia di Pmi nell’avere soluzioni blockchain a prezzi accessibili e abilitare massivamente l’ecosistema italiano all’uso di queste tecnologie di frontiera – spiega Renda -. Abbiamo cominciato a lavorare sul Superbonus quando un  operatore straniero ha iniziato ad investire in Italia grazie a questa misura e per avere la certezza di non incorrere in frodi e, conoscendo come nel mercato italiano le norme possano cambiare rapidamente, ci ha chiesto di sviluppare una soluzione in grado di tutelare la sua operatività”.

Mix di tecnologie per la gestione dei dati

La startup ha creato una soluzione in blockchain puntando a perimetrare la responsabilità all’interno della filiera. “Mentre la stavamo sviluppando – dice Renda – c’è parso subito chiaro che una così grande mole di dati e di pratiche gestite avrebbe necessitato di un uso di machine learning, intelligenza artificiale, che permettessero di comprendere la qualità delle pratiche e quindi dei crediti”.

Le soluzioni hanno permesso ai clientidi individuare le pratiche che contenevano elementi di criticità e analizzarle a fondo in modo da scartarle dopo accurate verifiche. Inoltre la conformità edilizia viene verificata da Spartan Tech anche grazie all’utilizzo dei droni. “Soluzioni dai costi ininfluenti – osserva ancora Renda – rispetto alla mole dei lavori e all’impegno economico per lo Stato”.

Obiettivo la sostenibilità tecnologica

Spartan Tech punta a offrire soluzioni ad alto impatto sociale e ambientale, caratterizzati da facilità d’uso e costi accessibili. Le soluzioni vengono sviluppate in modo da differenziarsi per un consumo energetico di diversi ordini di grandezza inferiore rispetto agli standard di settore.

A fine gennaio l’azienda ha annunciato l’ingresso nel capitale di Horsa, prima prima operazione di investimento in Italia, da parte di un operatore industriale, nel settore della blockchain. Horsa ha acquisito il 3,4% del capitale con un investimento di 250 mila euro (pari ad una valorizzazione di 7,5 milioni di euro) mantenendo un’opzione per incrementare la quota acquistata. L’ingresso di Horsa nel capitale di Spartan Tech, oltre alle sinergie commerciali, contribuirà a rafforzare lo sviluppo tecnologico grazie alla convergenza di Intelligenza artificiale, machine learning e blockchain.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 2