Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

ANALISI UBS

Surface, deludono le vendite del tablet Microsoft

Secondo i dati diffusio da Ubs acquistate solo un 1 milione di “tavolette” da ottobre a dicembre 2012. Gli analisti prevedevano 2 milioni. Ora l’azienda punta tutto sul prossimo modello Surface Pro

15 Gen 2013

L.M.

Microsoft ha venduto solo un milione di unità del suo tablet Surface nell’ultimo trimestre 2012, una cifra inferiore alle previsioni e ancora troppo distante dalle performance dei rivali.

I dati sono stati diffusi da Ubs e sono circolati ieri sui media americani, ma per ora Redmond non li ha commentati.

Se confermati rappresentano una partenza non troppo esaltante del nuovo device. Inizialmente Brent Thrill, analista di Ubs, aveva previsto 2 milioni di vendite del Surface negli ultimi tre mesi del 2012. Il mese scorso la società di brokeraggio Detwiler Fenton aveva abbassato le aspettative, prevedendo che il tablet del gruppo guidato da Steve Ballmer avrebbe venduto tra le 500.000 e le 600.000 unità nel quarto trimestre dell’anno. Secondo questa società, le vendite sarebbero state penalizzate dalla strategia di distribuzione giudicata “restrittiva”. Nelle prime settimane dal giorno del lancio, infatti, il tablet di Microsoft poteva essere acquistato solo online o negli store fisici con il marchio dell’azienda. Il mese scorso l’azienda ha annunciato che sarebbe stato venduto anche in altri negozi online e offline e, in effetti, ad oggi è disponibile su Best Buy e Staples.

Ma in ogni caso Surface non riesce ancora a competere con le vendite dell’iPad di Apple e dei vari modelli della galassia Android, Samsung Galaxy in primis.

Ora Microsoft punta sul prossimo lancio del Surface Pro, la versione completa di quello attualmente in commercio che permetterà l’esecuzione dell’intero catalogo di software certificato Windows. La commercializzazione di questa versione è prevista entro fine mese, anche se non c’è ancora la conferma ufficiale di Microsoft.

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link