Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

TECH ZONE

Svelato il Surface Duo, Microsoft apre l’era del “dopo-smartphone”

Il gruppo di Redmond ha annunciato, all’interno della nuova gamma di laptop e tablet, un device palmare a doppio schermo in grado di effettuare telefonate e inviare messaggi

03 Ott 2019

D. A.

A tre anni dal ritiro dal settore degli smartphone, ieri Microsoft, in occasione del suo mega evento di New York, ha svelato Surface Duo, un dispositivo palmare a doppio schermo, in arrivo per Natale 2020, che effettua telefonate e invia messaggi. Ma attenzione: non va chiamato telefono.

Microsoft progetta il ritorno nel mercato degli smartphone?

Il Chief Product Officer Panos Panay ha tenuto infatti a sottolineare le somiglianze del device con il resto della nuova gamma Surface, “Non commettere errori”, ha precisato parlando con la stampa, stando a quanto riporta Bloomberg. “Questo prodotto è un dispositivo Surface. Parlando con Wired, Panay avrebbe persino affermato che non vuole che le persone lo chiamino telefono .

Negli scorsi anni, l’amministratore delegato Satya Nadella e altri dirigenti di Microsoft hanno spesso risposto a domande relative a un eventuale ritorno del gruppo nel mondo della telefonia dicendo che la cosa non sarebbe successa a meno che non ci fosse sta l’occasione di presentare un vero e proprio punto di discontinuità. Microsoft, probabilmente, pensa di avere in mano proprio questo: un dispositivo portatile e pieghevole con due schermi – e non uno schermo pieghevole come il Galaxy Fold di Samsung – che può conciliare l’utilizzo delle app di Microsoft con quelle realizzate per Android.

Una mossa significativa sul piano strategico ma anche reputazionale: i telefoni sono diventati la bestia nera del predecessore di Nadella, Steve Ballmer, che nel 2013 aveva acquistato per 9,5 miliardi di dollari la business unit dei cellulari Nokia nel tentativo di recuperare terreno rispetto ai competitor sul fronte del mobile. Un altro fallimento in questo campo, nota Bloomberg, danneggerebbe anche la reputazione di Nadella come principale artefice della rinascita di Microsoft.

L’attuale gamma di laptop e tablet Surface è generalmente rivolta alla fascia alta del mercato: utenti aziendali e appassionati di gadget che apprezzano il design oltre alle prestazioni. Il successo di questo prodotto dipende molto, quindi, da come Microsoft intenderà commercializzarlo. La strategia adottata da Microsoft per i dispositivi Surface, per esempio, non ha mai contemplato l’obiettivo di diventare uno dei più grandi venditori di laptop o tablet. In termini di quota di mercato, l’azienda ha solo un paio di punti percentuali in tutto il mondo rispetto alle vendite di tablet, secondo Idc. La domanda ora è se Microsoft adotterà lo stesso approccio con il non-telefono Duo.

Gli altri dispositivi Surface presentati a New York

Oltre a Duo, Microsoft ha presentato altri tre prodotti in arrivo nei prossimi mesi: Surface Laptop 3 da 13.5’’ e da 15’’, Surface Pro 7, Surface Pro X e Surface Neo. Surface Laptop 3, Surface Pro 7 e Surface Pro X sono già disponibili in pre-order sia nella versione consumer sia nella configurazione commercial, che integra Windows Pro e la garanzia Advanced Exchange.

Il nuovo Surface Laptop 3 è come detto disponibile in due formati, da 13.5’’ e 15’’, e pur essendo due volte più veloce del modello precedente grazie al processore Intel Core di decima generazione conserva il proprio design sottile garantendo un’autonomia che consente di utilizzare il dispositivo per l’intera giornata lavorativa.

Il nuovo Surface Laptop 3 da 15’’ introduce uno schermo più grande e performance grafiche migliorate con il nuovo processore Amd Ryzen Surface Edition e integra sia la porta Usb-A sia quella Usb-C. Grazie alla tecnologia Fast Charging, permette di raggiungere l’80% della carica in circa un’ora.

Annunciati durante l’evento di New York anche due nuovi modelli di Surface Pro, ovvero Surface Pro 7, che conserva il design iconico apprezzato dal pubblico e il nuovo ultraportatile Surface Pro X. Completamente riprogettato, Surface Pro 7 è adesso due volte più veloce grazie al processore Intel Core di decima generazione e integra sia la porta Usb-A sia quella Usb-C, senza dimenticare un’autonomia che consente di utilizzare il dispositivo per l’intera giornata lavorativa.
La linea Pro si amplia ulteriormente con Surface Pro X, più leggero, sottile, potente e connesso rispetto ai precedenti modelli, con uno spessore di 5,33 mm e un peso di 762 grammi. Il nuovo processore Microsoft Sq1, progettato in collaborazione con Qualcomm, vanta due teraflop di potenza di elaborazione grafica ed è il processore Qualcomm più veloce mai creato per un Pc. Con cornici più sottili del 33%, il nuovo Surface Pro X è dotato di un touch-screen edge-to-edge in uno chassis di 12’’. Inoltre, la nuova Surface Pro X Signature Keyboard include uno slot per conservare e ricaricare la nuova Slim Pen, sempre disponibile e pronta per l’uso in qualsiasi momento.

C’è poi Surface Neo, il dispositivo dual-screen pensato per la produttività, con sistema operativo Windows 10X. Un perno divide due schermi da 9’’, permettendo una rotazione di 360 gradi che consente al dispositivo di adattarsi a ogni esigenza di fruizione. Da aperto offre un sottilissimo schermo Lcd da 13’’ e, grazie alla tastiera magnetica rimovibile, garantisce la produttività e il multitasking tipici di un vero Pc.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5