Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

LA SFIDA

Tabaccai, la cyber sicurezza con tecnologie e risk management

Le strategie di Atinet e Servizi in Rete per rispondere in modo efficace alle attuali e future minacce informatiche

19 Dic 2016

In qualità di fornitore di servizi e prodotti per 37.000 tabaccai in tutta Italia, Servizi in Rete ha deciso, di affrontare la complessità e sofisticazione delle minacce odierne, condividendo l’approccio innovativo proposto da Atinet, system integrator specializzato nella consulenza e servizi Cyber Security: “la digitalizzazione esponenziale dei processi di business di Aziende a PA avvenuta negli ultimi anni ha trasformato dati e risorse informatiche in asset sempre più strategici; questo, unitamente all’aumento del numero e della potenza degli attacchi informatici, pone il cyber risk in una posizione preminente, al pari dei tradizionali rischi mercato, finanziario o patrimoniale” spiega Claudio Terlizzi, CEO di Atinet, “le attività necessarie a mitigare il Cyber Risk”, continua “devono prevedere un approccio pervasivo, che contempli accurati processi di Risk management e l’utilizzo di tecnologie innovative, in grado di rispondere efficacemente alle molteplici e mutevoli forme che caratterizzano le attuali e future minacce”. Una visione, di recente condivisa anche dal legislatore europeo attraverso il NIS (Network and Information Security), ed in particolare al GDPR (General Data Protection Regulation), che costringerà aziende e PA a modificare profondamente le policy e soluzioni di sicurezza per non incorrere nelle pesanti sanzioni previste. Dopo la mitigazione dei rischi legati alla business interruption è necessario garantire la disponibilità delle infrastrutture definendo una strategia di Cyber resilienza efficace e adattiva

L’Enterprise Immune System di Darktrace tecnologia basata sul ‘Machine Learning’ e sui modelli matematici sviluppati da specialisti dell’Università di Cambridge, consente di realizzare un ambiente compliance con le normative europee e capace di rispondere proattivamente alle nuove minacce. Questo approccio innovativo ha convinto Servizi in rete, importante società partner della Federazione italiana tabaccai, una tra le prime a sfidare questa nuova tecnologia. “Rispetto a tutte le altre soluzioni presenti sul mercato in questo momento, Darktrace è l’unica in grado di offrire una protezione della rete aziendale in un’ottica innovativa superando i desueti sistemi tradizionali.”, spiega Massimo Salierno, CIO di Servizi in Rete. La peculiarità di questo nuovo approccio è l’aver acquisito un vero e proprio servizio e non un nuovo sistema di sicurezza, la tecnologia diventa parte integrante della propria rete aziendale, tutto ciò grazie al metodo “pattern of life” che sviluppa una comprensione dinamica di una normale attività della rete che prescinde da firme o regole.

Servizi in rete, fermo restando la sua rigida attenzione in tema di sicurezza dei dati propri e dei suoi clienti, ha intuito che l’orientamento sviluppato da Darktrace, utilizzato come strumento complementare al proprio sistema di sicurezza e non in sostituzione, può prevenire eventuali minacce. La scelta della Divisione informatica di Servizi in Rete risulta strategica in quanto ridurrà tutte le azioni da intraprendere post attacco, ritenute chiaramente dispendiose (in termini di utilizzo di risorse e tempo) e allo stesso tempo farà navigare l’intera società e tutti gli stakeholder in acque sicure. Con l’obbiettivo di rendere efficace ed efficiente il proprio sistema di sicurezza, Servizi in rete ha ora, “Una visione completa della rete, il rilevamento di potenziali minacce interne ed esterne in tempo reale, un monitoraggio puntuale di tutti i dispositivi connessi alla propria rete, dando la possibilità di intervenire tempestivamente, offrendo un’interfaccia efficiente e intuitiva” afferma Massimo Salierno.

Questa strategia ha sicuramente reso Servizi in rete, più fiduciosa sulla propria strategia di difesa informatica.

Argomenti trattati

Approfondimenti

P
pa
R
risk management

Articolo 1 di 5