LO STUDIO

Tablet in spolvero: vendite a +18,6% (anche) grazie al lockdown

I dati Idc sul secondo trimestre 2020. Mercato mondiale in crescita spinto dall’emergenza Coronavirus. Vendute 38,6 milioni di unità. Tra i brand in testa Apple, seguita da Samsung e Huawei

03 Ago 2020

A. S.

Costretti a rimanere a casa per limitare i contagi da Covid-19 i consumatori su scala globale hanno acquistato nel secondo trimestre 2020 più tablet, per rimanere connessi e affrontare più agevolmente lo smart working. E’ quanto emerge dai dati pubblicati da Idc, secondo cui da aprile a giugno le vendite di questo genere di dispositivi mobili hanno vissuto un’importante accelerazione, con un +18,6% per complessivi 38,6 milioni di pezzi consegnati. “Con i blocchi associati al Covid che continuano a limitare molte attività – spiega Idc – i consumatori si sono rivolti ai tablet per l’intrattenimento, il lavoro e la didattica a distanza”.

WHITEPAPER
Trasformazione digitale: le tecnologie più rilevanti per supportare la crescita delle aziende
Digital Transformation

In testa alle vendite rimane Apple, che ha registrato un +1,3% e che con i suoi 12,4 milioni di pezzi venduti conta su un market share del 32,2%.  Sul secondo gradino del podio si conferma Samsung, che però cresce in maniera impetuosa con un +42,5% e 7 milioni di pezzi venduti. Al terzo posto Huawei, che registra un +43,5% e 4,8 milioni di unità consegnate. A seguire Amazon con 3,6 milioni di tablet consegnati e una crescita del 52%, e Lenovo che ha consegnato 2,8 milioni di pezzi registrando un +51%.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5