TechEdge, Bper e Sace puntano 5 milioni su strategie estere - CorCom

IL FINANZIAMENTO

TechEdge, Bper e Sace puntano 5 milioni su strategie estere

Da Bper e Sace finanziamento quinquennale per l’apertura di sedi fuori Italia e acquisizioni mirate. L’azienda: “È la conferma del nostro ottimo rating”

02 Ott 2013

L.M.

Il Gruppo TechEdge, attivo nelle soluzioni tecnologiche per i processi aziendali, prosegue nella sua strategia di internazionalizzazione. La Bper (Banca Popolare dell’Emilia Romagna) e la Sace hanno erogato un finanziamento quinquennale di 5 mln di euro finalizzato a supportare l’apertura di nuove sedi estere o acquisizioni mirate.

Il prestito concesso al tasso euribor trimestrale maggiorato del 3,65% – si legge in un comunicato dell’azienda – prevede un periodo di preammortamento di tre mesi e certifica l’ottimo rating di TechEdge e il buono stato di salute del ciclo finanziario del gruppo italiano che si appresta a chiudere il 2013 ancora in crescita, nonostante la situazione economica, a quota 50 milioni di euro con un importante contributo alla crescita sia di TechEdge Usa che di TechEdge Germania .

Lo scorso maggio TechEdge ha perfezionato l’acquisizione della brasiliana Eaab, società con sede a Belo Horizonte con 30 professionisti e con soluzioni proprietarie in ambito tributario, un settore particolarmente importante nel mercato in crescita brasiliano che ha tutte le peculiarità fiscali tipiche degli stati federali. Ora la società di soluzioni tecnologiche punta a chiudere almeno un’operazione, entro il prossimo semestre, negli Usa.

Nel frattempo ha avviato le operazioni la consociata russa, TechEdge OOO con sede a Mosca, guidata da Alexander Gorin, già responsabile di Accenture per il mercato russo, che potrà approfittare delle nuove partnership tecnologiche con AspenTech e Meridium per posizionarsi al meglio con soluzioni esclusive nel competitivo mercato dell’Oil&Gas.

Attualmente il Gruppo TechEdge è direttamente operativo con sue società controllate in sei paesi: Usa, Brasile, Germania, UK, Svizzera e Russia.

Per quanto riguarda l’Italia nell’ultimo trimestre la società si è aggiudicata importanti gare pluriennali in primari clienti quali Erg, Banca d’Italia e Poste Italiane.