M&A

Tecnoinvestimenti rileva il 60% di Visura e prepara “l’upgrade” in Borsa

Il Gruppo specializzato in digital trust e credit information mette a segno un’operazione da 22 milioni: closing previsto entro fine luglio. Attesa per il passaggio dal mercato azionario alternativo al listino principale Mta

10 Giu 2016

Andrea Frollà

Tecnoinvestimenti continua a fare shopping M&A e prosegue il percorso verso la quotazione sul mercato Mta di Borsa Italia. Il Gruppo specializzato in servizi digital trust, credit information & management e sales & marketing solutions, annuncia l’acquisizione del 60% del gruppo Visura.

A pochi mesi di distanza dall’acquisizione di Co.Mark, società di marketing internazione, Tecnoinvestimenti mette a segno una nuova operazione, acquisendo una nuova controllata attiva nella vendita di soluzioni telematiche e nella distribuzione di informazioni commerciali attraverso piattaforme web proprietarie, dedicate principalmente alla clientela professionale ma anche alle piccole e medie imprese. Il fondatore di Visura, Piergiorgio Fabbrini, manterrà la carica di amministratore delegato della capogruppo, che ha oltre 140.000 clienti attivi tra professionisti, studi professionali, Pubbliche amministrazioni, ordini professionali, fondazioni professionali e aziende.

WHITEPAPER
Una guida pratica alla modernizzazione del sistema EDI
Cloud
Dematerializzazione

L’accordo prevede un assegno da 21,9 milioni di euro da erogare alla data del closing, prevista entro fine luglio 2016. Con l’approvazione del bilancio 2016, spiega Tecnoivestimenti in un comunicato, sarà corrisposta sotto forma di integrazione prezzo una somma pari al 30% dell’utile distribuibile da Visura. Nel frattempo, il Gruppo italiano Tecnoinvestimenti ha in corso una procedura per il passaggio dal mercato Aim di Borsa Italiana al listino principale Mta.