INNOVAZIONE

Tecnologie 4.0 per i beni culturali: Venezia in pole position

L’Istituto Italiano di Tecnologia, in collaborazione con l’Università Ca’ Foscari, battezza un nuovo centro del network nazionale per lo sviluppo di soluzioni e materiali nel campo della conservazione del patrimonio artistico

12 Nov 2018

Tecnologie 4.0 per la conservazione dei beni culturali. Fenomeni naturali e l’azione dell’uomo mettono a rischio i beni artistici e culturali, di cui l’Italia è tra i principali detentori. L’Istituto Italiano di Tecnologia (Iit), inaugura a Venezia: l’hub si aggiunge al network nazionale Iit composto da 11 centri in Italia e due outstation all’estero (Mit e Harvard in Usa).  Il Centre for Cultural Heritage Technology sarà dedicato allo sviluppo di nuove tecnologie e materiali nel campo della conservazione dei beni culturali.

Venezia, emblema del patrimonio dell’umanità da proteggere, grazie a questo nuovo centro della rete Iit e alle competenze di Ca’ Foscari, diventa dunque laboratorio per lo studio, la conservazione anche preventiva, e la protezione della ricchezza architettonica,  artistica e archeologica custodita in Italia e nel mondo.

WHITEPAPER
Trasformazione digitale: le tecnologie più rilevanti per supportare la crescita delle aziende
Digital Transformation

Il Centre for Cultural Heritage Technology di Iit sarà inaugurato lunedì 19 novembre 2018 alle 11.30 presso il parco scientifico e tecnologico Vega. All’evento interverranno il rettore di Ca’ Foscari Michele Bugliesi, il direttore scientifico di Iit Roberto Cingolani e i ricercatori che lavoreranno nei laboratori del nuovo centro.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Approfondimenti

B
Beni culturali
C
ca' foscari
I
iit