Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

TELEMEDICINA

Teleassistenza mobile, nel 2021 saranno 3,4 milioni gli utenti in Occidente

Berg Insight traccia le stime per Europa e Nord America: tasso di crescita del 40% per i wearables del telecare, grazie ai vantaggi per pazienti e sistemi sanitari. Ma saranno fondamentali il design e il look and feel dei device

21 Apr 2016

Patrizia Licata

Assistere a distanza gli anziani o i pazienti con disabilità cognitive e altre patologie è oggi più facile grazie ai sistemi di teleassistenza mobile e il numero di persone che utilizza queste soluzioni è in rapida crescita. Secondo la società di ricerche Berg Insight, i pazienti monitorati tramite sistemi di “mobile telecare” in Europa e Nord America erano circa 450.000 alla fine del 2015, ma crescono a un tasso annuale composito (Cagr) del 40%, per cui si raggiungerà una cifra vicina a 3,4 milioni di utenti seguiti da remoto nel 2021.

Esistono diversi tipi di sistemi di monitoraggio che possono aiutare anziani e pazienti con disabilità cognitive a vivere autonomi nella comodità della loro casa il più a lungo possibile. In Europa sono chiamati sistemi di telecare o teleassistenza, in Nord America Personal Emergency Response Systems (Pers). Berg Insight stima che c’erano quasi 5 milioni di sistemi di telecare nell’Ue e 2,2 milioni di Pers in Nord America alla fine del 2015. La penetrazione tra le persone di 65 anni o più è del 3-5% in molti paesi dell’Europa occidentale e in Nord America. I sistemi mobili offrono il vantaggio aggiuntivo di funzionare non solo a casa ma anche quando ci si sposta.

“Molti piani assicurativi privati o di assistenza medica pubblica cercano di ridurre i costi delle prestazioni sanitarie fornendo assistenza remota tramite la telemedicina”, afferma André Malm, Senior Analyst di Berg Insight. 
“I fornitori di servizi di telecare e gli assistenti sanitari mostrano crescente interesse per le soluzioni mobile che sono più adatte ad alcuni utenti rispetto ai sistemi tradizionali che funzionano solo indoors”, sottolinea Malm.

I sistemi di mobile telecare incorporano la connettività cellulare e il Gps per aiutare i loro utenti a condurre una vita attiva. Alcuni sistemi di mobile telecare sono progettati per assistere le persone che soffrono di demenza senile o Alzheimer e possono quindi ritrovarsi a vagare perdendo l’orientamento, o pazienti affetti da autismo ed epilessia o altre patologie come alcune forme di aritmia cardiaca e diabete.

Alcuni di questi sistemi sono offerti nella forma di device indossabili (wearables), come bracciali e orologi da polso. Secondo Berg Insight, sul mercato probabilmente continueranno a convivere differenti form factor che rispondono a esigenze diverse in base a età, patologia o abilità cognitiva; il design e look and feel del prodotto sono però molto importanti per gli over-65 attivi che non vogliono che il loro device sia motivo di imbarazzo: “Nessuno vuole indossare un device che sia etichettabile come ‘per anziani'”, conclude Malm.