Telecom Italia perfeziona il buyback da 2 miliardi

L’operazione ha ricevuto adesioni pari a 2,252 miliardi. La data di pagamento prevista per il 24 aprile

22 Apr 2015

Telecom Italia comunica il perfezionamento dell’operazione di riacquisto da complessivi due miliardi di euro su nove obbligazioni a scadenza tra il 2017 e il 2022, di cui comunica il prezzo di riacquisto. L’operazione, che ha ricevuto adesioni pari a 2,252 miliardi, interessa i titoli gennaio 2017, settembre 2017, maggio 2018, dicembre 2018, gennaio 2019, gennaio 2020, settembre 2020, gennaio 2021 e febbraio 2022.

In particolare, spiega una nota, al termine di scadenza del 21 aprile, un ammontare nominale complessivo pari a 2.151.847.000 euro di Notes è stato validamente presentato ai sensi delle offerte. Di conseguenza, la società annuncia che intende accettare per il riacquisto un ammontare nominale complessivo pari a 2.000.000.000 euro con riferimento alle seguenti Serie, validamente presentate ai sensi delle Offerte, come previsto nella tabella di seguito.

WHITEPAPER
Trasformazione digitale: le tecnologie più rilevanti per supportare la crescita delle aziende
Digital Transformation

La società non intende accettare il riacquisto di nessuna delle Notes con scadenza settembre 2017 né delle Notes con scadenza gennaio 2017 presentate ai sensi delle Offerte. Il Prezzo di Riacquisto applicabile e i relativi Interessi Maturati saranno pagati ai Portatori delle Notes accettate per il riacquisto da parte della società. La data di pagamento è prevista per il 24 aprile. Banco Santander, Sa, Deutsche Bank Ag, London Branch, Goldman Sachs International, Morgan Stanley & Co. International plc e The Royal Bank of Scotland plc agiscono in qualità di Dealer Manager delle Offerte.