Terna apre a Milano il terzo hub per la rete elettrica "smart" - CorCom

INNOVAZIONE

Terna apre a Milano il terzo hub per la rete elettrica “smart”

Il centro svilupperà modelli avanzati di simulazione e previsione in collaborazione con università, startup e imprese. Focus sulle fonti rinnovabili

17 Dic 2019

F. Me

abstract three dimensional representation of cyberspace and the internet

Dopo quelli di Torino e Napoli Terna ha aperto alle porte di Milano, all’interno della sua sede di Pero, il suo terzo hub per l’innovazione. Un laboratorio dove sviluppare strumenti e competenze per una gestione della rete elettrica sempre più “intelligente”, come impone lo sviluppo delle fonti rinnovabili. L’obiettivo è sviluppare modelli avanzati di simulazione e previsione, frutto dell’integrazione di competenze diverse e della collaborazione con realtà esterne come università, centri di ricerca, startup e imprese.

L’Innovation Hub di Milano, inaugurato alla presenza dell’assessora alla Trasformazione Digitale del Comune di Milano Roberta Cocco, del membro del collegio dell’Arera Stefano Saglia e della presidente di Terna Catia Bastioli, si muoverà in ambito “Analytics & Energy Systems”, attraverso l’elaborazione e l’interpretazione di dati e lo sviluppo di algoritmi in grado di simulare e prevedere produzione e consumi di elettricità. Si articolerà in due distinti laboratori: uno dedicato all’ Energy Tech, per abilitare i progetti di innovazione del system operator e condurre sperimentazioni e uno focalizzato sugli Advanced Analytics, per interagire con startup e aziende innovative in un ambiente appositamente realizzato. Il progetto fa parte del piano di innovazione e Digitalizzazione a livello nazionale per il quale Terna investirà circa 700 milioni di euro nei prossimi cinque anni.

eventi digitali
Quale sia la tua esigenza di evento, noi l’abbiamo realizzata! Per il 2021 affidati a Digital360
Digital Transformation
Marketing

L’obiettivo, in uno scenario energetico sempre più complesso, è quello di sviluppare prototipi di idee innovative focalizzate sulle nuove tendenze tecnologiche rilevanti per l’azienda grazie alla creazione di gruppi di lavoro composti da soggetti differenti per provenienza e competenze. I progetti che verranno avviati favoriranno la diffusione della cultura dell’innovazione, la creazione di future professionalità di eccellenza e lo sviluppo di soluzioni industriali che possano avere implementazione su più larga scala.

“Gli hub – ha osservato Bastioli – hanno ruolo importante, sono fattori abilitanti del nostro sviluppo, ma anche uno strumento per portare avanti obiettivi e investimenti. Qui in Lombardia nasce una startup al giorno, è un ambiente ideale. In particolare lo è Milano, dove proprio due giorni fa si è conclusa la fase più significativa dell’opera di razionalizzazione e ammodernamento della rete a 220 kV della città, con la sostituzione di 47 chilometri di vecchi cavi in olio fluido risalenti agli anni Cinquanta, consentendo di incrementare la sicurezza e l’affidabilità della rete urbana”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Aziende

T
terna

Approfondimenti

R
rete elettrica