AUTOMOTIVE

Tesla aumenta del 25% il prezzo del software per la guida autonoma

Dal 5 settembre il sistema Full Self Driving passerà da 12 a 15mila dollari: l’annuncio di Elon Musk su Twitter. In apertura a Wall Street le azioni della società perdono il 2,7%

22 Ago 2022

Federica Meta

Giornalista

musk-elon-150219151127

Dal 5 settembre Tesla aumenterà del 25% il prezzo del suo software premium per il sistema di assistenza alla guida (anche Fsd, Full Self Driving) che passerà da 12 a 15 mila dollari. Ad annunciarlo lo stesso ceo della società, Elon Musk, in un post su Twitter.

Il tycoon non è entrato nel merito dell’abbonamento mensile, fissato a 199 dollari. Tesla sta inoltre rilasciando una nuova versione beta, sempre del software Fsd, la versione 10.69, che consente ai conducenti di testare le nuove funzionalità del sistema di assistenza alla guida su strade pubbliche prima che venga completamente eseguito il debug.

Non è la prima volta che Musk alza il prezzo del sistema di assistenza alla guida. Nel gennaio 2022, Tesla aveva deciso un aumento una tantum da 10mila a 12mila dollari. Il mese scorso, Musk aveva detto che l’Fsd era “ridicolmente economico”, considerando il valore del servizio. I veicoli Tesla, anche quelli dotati di Full Self Driving, va detto, non sono a guida autonoma e richiedono che il guidatore mantenga l’attenzione del mezzo e prenda il controllo quando necessario. La versione più recente dell’Fsd, 10.13, include aggiornamenti come svolte a sinistra non protette migliorate, rilevamento di animali, precisione del limite di velocità ed errore di velocità di pedoni e ciclisti. Musk ha dichiarato la scorsa settimana che fino ad oggi Tesla ha distribuito Fsd con funzionalità di navigazione cittadina a oltre 100mila proprietari.

I nuovi veicoli Tesla

I nuovi veicoli Tesla sono dotati di un pacchetto di assistenza alla guida standard chiamato “Autopilot”, che include funzionalità come “Traffic-Aware Cruise Control” e “Autosteer”, e che si basa su telecamere, sensori, hardware e software in grado di mantenere un veicolo al centro della sua corsia e di viaggiare alla velocità del traffico circostante. L’opzione di assistenza alla guida più costosa di Tesla, appunto la Fsd, include ciò che la società chiama “Traffic and Stop Sign Control” e “Navigate on Autopilot” tra le sue funzionalità. Queste funzionalità più avanzate hanno lo scopo di consentire alle auto Tesla di rilevare e rallentare automaticamente in presenza di segnali stradali, di passare dalla rampa di accesso all’autostrada a quella di uscita quando si attivano gli indicatori di direzione, di fare cambi di corsia. Solo i clienti Tesla che acquistano o si abbonano all’opzione premium poi possono richiedere l’accesso a Fsd Beta e inviare feedback all’azienda quando il sistema si guasta o si comporta in modo anomalo.

WHITEPAPER
Connected Car: in Italia un mercato da 1,18 miliardi che ha resistito alla pandemia
Automotive
Connected car

Il titolo scivola in Borsa

Tesla perde il 2,7% in apertura a Wall Street dopo l’annuncio dell’aumento del prezzo del software. Il titolo della casa automobilistica guidata da Musk viene ora scambiato intorno agli 865 dollari per share.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Personaggi

E
Elon Musk

Aziende

T
Tesla

Articolo 1 di 4