Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

TV

Tgr Rai all digital, Orfeo: “Più forte il nostro impegno per l’innovazione”

Completato il processo di digitalizzazione delle testate regionali: 21 nuovi impianti di post-produzione e formazione per circa 1500 risorse

20 Lug 2017

F.Me

Con la testata giornalistica regionale della Campania si è completato, oggi, il processo di digitalizzazione delle redazioni regionali Rai, un percorso di ammodernamento dei telegiornali locali del Servizio pubblico che si è caratterizzato per complessità, vastità e articolazione. L’ambizioso obiettivo di Viale Mazzini di migrare tutte le redazioni regionali in un’organizzazione del lavoro moderna e integrata si inserisce in maniera del tutto funzionale e armonica nell’ambito del progetto di trasformazione in media company di tutta l’azienda.

“Si è trattato di un lavoro di gruppo, dove le sinergie tra le diverse Direzioni hanno lavorato al fine di raggiungere l’obiettivo di una nuova organizzazione tecnologica-produttiva che attraverso qualità e velocità sia in grado di migliorare l’offerta e rendere le redazioni locali Rai sempre più vicine al territorio e ai cittadini – spiega una nota -L’impegno delle direzioni Tgr, Risorse umane e organizzazione, Produzione Tv, Ict e Coordinamento sedi regionali ed estere è stato esemplare. Un vero e proprio cantiere, dove le migliori professionalità aziendali hanno portato a compimento un progetto che ha visto l’installazione di ben 21 nuovi impianti di post-produzione, la formazione di circa 1500 risorse tra giornalisti, impiegati, tecnici e montatori, e investimenti significativi su tutto il territorio nazionale”.

“La digitalizzazione del Cptv di Napoli – commenta Vincenzo Morgante, direttore della testata giornalistica regionale – è il coronamento di un’impresa che qualche anno fa sembrava assai critica, una grande sfida che ha confermato ancora una volta la straordinaria forza del servizio pubblico radiotelevisivo. Il progetto aziendale sulle redazioni locali è un segno distintivo del riconoscimento del ruolo della Tgr al centro dell’informazione e dell’innovazione del servizio pubblico”.

Il dg Rai, Mario Orfeo, ha espresso grande soddisfazione per il traguardo raggiunto: “Sono consapevole della delicatezza di questi passaggi, che ritengo fondamentali per avere un’organizzazione del lavoro giornalistico moderna ed efficiente. Le redazioni regionali Rai svolgono un ruolo fondamentale: rappresentano il primo presidio sul territorio e per questo continueremo a impegnarci per renderle sempre più forti e al passo con i tempi. In tale direzione ci stiamo muovendo con grande impegno anche per il lancio di un’adeguata offerta web regionale”.

Argomenti trattati

Approfondimenti

D
digitalizzazione
M
Mario Orfeo
R
rai