SOCIAL

TikTok pensa al trasloco: sposterà gli headquarters in Usa?

L’app che spopola tra i teenager potrebbe portare i centri decisionali e di ricerca fuori dalla Cina. Negli Stati Uniti troveranno casa, secondo indiscrezioni, tutte le attività della capogruppo ByteDance

29 Mag 2020

A. S.

TikTok, l’app nata per la condivisione di video musicali degli utenti, sta prendendo seriamente in considerazione l’eventualità di spostare i propri centri decisionali e di ricerca dalla Cina agli Stati Uniti. Ad anticiparlo è l’agenzia di stampa Reuters, che a supporto della notizia cita fonti ben informate sui fatti. 

La decisione arriva in un momento particolarmente difficile per i rapporti tra Stati Uniti e Cina, rispetto al quale la società che controlla TikTok, la cinese ByteDance, ha già dati dei segnali inequivocabili su come voglia muoversi. Tra li ultimi in ordine di tempo c’è l nomina del nuovo Ceo, Kevin Mayer, che è un ex top manager di Disney. 

WHITEPAPER
Digitalizzare il manufacturing: dati, spunti ed esempi concreti
Digital Transformation

Secondo le anticipazioni TikTok non sarebbe sola nel “trasloco” verso gli Usa, dal momento che ByteDance sarebbe intenzionata a spostare negli Stati Uniti anche tutte le altre proprie attività, non necessariamente soltanto quelle basate in Cina, come nel caso del social network Helo, particolarmente diffuso in Cina. 

Proprio in vista dello spostamento Helo avrebbe avviato una massiccia campagna di assunzioni a Mountain View, in California, dove ha sede anche Google, reclutando 150 ingegneri per le proprie attività di ricerca e sviluppo. Ad anticipare il resto degli spostamenti è poi stata la parte dell’azienda che si occupa delle relazioni con gli investitori, con un direttore che è da poco stato assunto per rimanere a New York per curare i rapporti con giganti del calibro di General Atlantic e Kkr, che risultano tra gli investitori di TikTok.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Personaggi

K
Kevin Mayer

Aziende

B
ByteDance
D
Disney
G
google
H
Helo
T
tikTok

Approfondimenti

S
social network

Articolo 1 di 4