Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Tim, “io riciclo” per rottamare i telefonini

19 Ott 2017

Da sabato 21 ottobre in un selezionato numero di punti vendita Tim sarà attivo il servizio gratuito di raccolta dei device mobili in disuso attraverso la formula “Uno contro zero”, che consente a tutti di consegnare presso il punto vendita i device mobili in disuso, semplicemente lasciandoli in un contenitore e senza dover acquistare un altro prodotto. E’ “io riciclo”, il progetto di Tim rivolto alla tutela ambientale con la raccolta di telefonini e smartphone da rottamare.

Si tratta – si legge in una nota di Tim – di un sistema che supera la modalità “Uno contro uno” che permette di consegnare il vecchio prodotto solo a fronte di un nuovo acquisto. I rifiuti raccolti nei punti vendita saranno avviati a riciclo, contribuendo alla tutela ambientale. Da un cellulare infatti si possono recuperare mediamente 9 grammi di rame, 11 grammi di ferro, 250 mg di argento, 24 mg di oro, 9 mg di palladio, 65 gr di plastica, 1 gr di terre e altri elementi preziosi contenuti in piccolissime quantità. Oltre al recupero di materie, il riciclo contribuisce a risparmiare energia elettrica, acqua ed evita emissioni di CO2.

Il progetto è sviluppato con la collaborazione di Remedia, consorzio no-profit specializzato nella gestione dei Raee (Rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche), delle pile e degli accumulatori esausti.

“Con il lancio di io Riciclo – conclude la nota – Tim prosegue nell’impegno per la creazione di valore per le persone. Proteggere l’ambiente, migliorare l’efficienza energetica e offrire servizi in grado di ridurre le emissioni di gas ad effetto serra ed altri inquinanti sono le direttrici di intervento fondamentali del Gruppo TIM per favorire lo sviluppo sostenibile nelle proprie aree di influenza. Nel 2016 l’utilizzo di energia pulita ha consentito il risparmio di circa 231 Giga Watt per ora evitando circa 90.000 tonnellate di emissioni di CO2.

Argomenti trattati

Approfondimenti

R
raee
R
remedia
T
TIM

Articolo 1 di 3