Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

LA FUSIONE CON ARIA

Tiscali, Cda e Consiglio si dimettono. Stock option per Soru

L’Assemblea convocata il 16 febbraio per creare i nuovi organi societari a seguito della fusione con Aria. Sul piatto aumento di capitale per 250 milioni di azioni riservato a Rigengis Bank e per il fondatore piano di stock option da 295 milioni di azioni

30 Dic 2015

Mila Fiordalisi

Creare nuovi organi societari dopo la fusione con Aria Italia, approvare un aumento di capitale per 250 milioni di azioni riservato a Rigensis Bank, dare il via libera al piano di stock option da 295 milioni di azioni per il presidente Renato Soru: queste le tre questioni all’ordine del giorno dell’Assemblea convocata da Tiscali per il prossimo 16 febbraio a seguito del completamento del processo di fusione di incorporazione di Aria nell’azienda. A tal proposito il Cda ed il collegio sindacale si sono dimessi: le dimissioni sono state motivate in ragione dell’ingresso di nuovi soci nella compagine sociale di Tiscali spa.

In dettaglio il Consiglio ha deliberato di mettere all’ordine del giorno dell’assemblea ulteriori punti: un piano di Stock Option 2015-2019 con oggetto azioni ordinarie Tiscali Spa riservato al presidente del Consiglio di Amministrazione della Società Renato Soru e, per la parte straordinaria, un aumento di capitale in una o più tranches, mediante emissione di complessive massime 250.000.000 azioni ordinarie senza valore nominale, con esclusione del diritto di opzione, ai sensi dell’art. 2441 co. 5 Cod.civ., riservato a Rigensis Bank AS, titolare di un credito per 15 milioni di euro nei confronti della controllata Aria S.p.A., il quale prevede un diritto di conversione in capo a Tiscali S.p.A. esercitabile nel 2018. Tale aumento annulla e sostituisce il precedente aumento delegato per massime 250.000.000 azioni ordinarie senza valore nominale, e che era riservato a Bank Otkritie Financial Corporation (Public Joint-Stock Company), deliberato dall’Assemblea del 29 settembre 2015, in ragione del subentro di Rigensis Bank AS nella posizione creditoria precedentemente detenuta da Bank Otkritie.

Argomenti trattati

Approfondimenti

A
Aria
R
renato soru
T
Tiscali

Articolo 1 di 5