LAVORO

TomTom “automatizza” le mappe: via il 10% dei dipendenti

La società olandese, che nel periodo della pandemia ha perso più di un quarto del proprio valore in Borsa, annuncia di voler “tagliare” circa 500 dipendenti. Riorganizzando completamente la divisione

01 Giu 2022

A. S.

tomtom

Centinaia di lavoratori di TomTom che perderanno il lavoro a causa della completa automatizzazione della progettazione delle mappe introdotta nei mesi scorsi dall’azienda. La società olandese di soluzioni per la navigazione satellitare annuncia la propria intenzione di voler “tagliare” il 10% della propria forza lavoro: “Sfortunatamente – si legge in una nota dell’azienda – ci sarà un impatto su circa 500 lavoratori nella nostra divisione mappe. Un quadro chiaro delle implicazioni finanziarie della riorganizzazione dell’unità sarà dato prossimamente”.

Secondo la lettura dell’analista di Ing Marc Hesselink I tagli saranno destinati a impattare principalmente i lavoratori meno pagati: “Negli anni recenti TomTom ha insistito molto sulla prospettiva di arrivare a mappe realizzate completamente in modo automatico”, spiega.

Secondo l’analisi del Ceo Harold Goddijn i nuovi e innalzati livelli di automazione serviranno per realizzare mappe migliori e più aggiornate per aggredire meglio il mercato dei produttori di automobili e degli utenti finali di device tecnologici.

Dopo l’annuncio il titolo di TomTom ha registrato un rialzo alla Borsa di Amsterdam, in un quadro generale in cui però la società ha perso un quarto del proprio valore dall’inizio della pandemia. Tra i clienti principali di TomTom ci sono Volkswagen, Renault, Uber e Microsoft, con I produttori di automobile che a loro volta hanno dovuto affrontare un calo della produzione a causa della carenza di componenti elettronici che si è verificata negli ultimi anni.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5