INNOVAZIONE

Trasporto merci, Rfi lancia la piattaforma digitale EasyRailFreight

A firma di Rete Ferroviaria Italiana servirà a sostenere lo sviluppo della logistica intermodale per favorire l’incontro tra domanda e offerta, agevolare l’acquisizione dei servizi integrativi e offrire una vista completa delle soluzioni sul mercato

Pubblicato il 29 Mar 2024

Enzo Lima

ERF

Favorire l’incontro tra domanda e offerta, agevolare l’acquisizione dei servizi integrativi e offrire una vista competa dei servizi sul mercato del trasporto merci, dando un contributo alla decarbonizzazione dei trasporti attraverso la digitalizzazione dei processi di logistica: è questo l’obiettivo di EasyRailFreight, la piattaforma per lo sviluppo della logistica digitale lanciata e realizzata completamente da Rete Ferroviaria Italiana, società capofila del Polo Infrastrutture del Gruppo Fs.

 

Grazie alla nuova piattaforma digitale sarà possibile, spiega Rfi, promuovere con maggiore efficienza e qualità i servizi di trasporto intermodale disponibili, incrementando i volumi di traffico con ricadute positive in termini di competitività. Il sistema influirà inoltre sull’offerta di una maggiore affidabilità e flessibilità dell’offerta di servizi di logistica, consentendo un accesso ai servizi semplificato che migliorerà l’efficienza del trasporto intermodale, dal punto di vista infrastrutturale e terminalistico.

 

Come funziona EasyRailFreight

 

Il sistema, spiega Rfi in una nota, opera sull’elenco dei servizi forniti dagli operatori di mercato, con l’interfaccia che “consente di offrire le soluzioni disponibili rispetto a specifiche relazioni per il trasporto delle merci, interessando un numero crescente di piccole e medie imprese”. Sarà così possibile visualizzare la tipologia di servizio disponendo di una vista completa sul processo di spedizione, to terminal o door to door, grazie alla base dati fornita dagli stakeholder come imprese ferroviarie merci, terminalisti, multimodal transport operator, società di servizi amministrativi e autotrasportatori.

WHITE PAPER
REM al posto della PEC: quali le normative e le regole tecniche da tenere in considerazione?
Gestione documentale
Data protection

 

Il progetto è stato sviluppato grazie alla comunicazione, all’ascolto ed alla condivisione degli obiettivi tra Rfi e tutti gli stakeholder del comparto: “In un contesto in cui la domanda di servizi di logistica è caratterizzata principalmente da una maggiore variabilità di volumi e da un incremento delle località di partenza e destinazione – spiega l’azienda – la velocità di esecuzione dei processi operativi diventa un fattore determinante nella catena del valore”.

 

Il piano di rinnovamento di Rfi

 

“EasyRailFreight vuole essere uno strumento a supporto della logistica e del trasporto delle merci su ferro, attraverso una infrastruttura digitale che replichi l’infrastruttura fisica – spiega Gianpiero Strisciuglio, amministratore delegato e direttore generale di Rfi – Grazie al contributo delle imprese ferroviarie e dell’autotrasporto, dei terminalisti e di tutti gli operatori del settore merci implementeremo l’attuale sistema digitale per consentire lo scambio di informazioni, la prenotazione di servizi, interventi predittivi. Per questo, Rfi è impegnata in un grandissimo processo di rinnovamento delle infrastrutture, con un piano di investimenti senza precedenti”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articolo 1 di 5