Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

ULTRABROADBAND

Trento, fibra nelle scuole entro il 2017

Oggi gli istituti che dispongono della banda ultralarga sono 56, se ne aggiungeranno altri 295. L’operazione, approvata con una delibera dalla giunta provinciale, costerà 10 milioni di euro

02 Nov 2015

A.S.

Tutte le sedi degli istituti scolastici della scuola primaria e secondaria del Trentino potranno contrare sul collegamento con la fibra ottica. A deciderlo è la delibera approvata oggi dalla Giunta dell’amministrazione provinciale di Trento, su proposta dell’assessore alle Infrastrutture Mauro Gilmozzi, che dà avvio alla prima fase del progetto.

A motivare il provvedimento, che fa parte del progetto di infrastrutturazione in Banda ultralarga il fatto che “i giovani sono il futuro del Trentino e i primi ‘consumatori’ di Internet”.

Oggi sono 56 gli istituti che beneficiano della fibra ottica realizzata da Trentino Network: entro il 2017 se ne aggiungeranno altri 295. I costi si attestano sui 10 milioni di euro.

Ogni edificio scolastico sarà collegato con il proprio nodo di rete, dal quale sarà erogata la connettività in banda ultralarga dalla società di sistema Trentino Network. Saranno collegati in fibra ottica, innanzitutto, le sedi secondarie di primo e secondo grado, nonché gli istituti di scuola primaria con maggior numero di iscritti.

Nel contempo saranno completate le dorsali di rete, che hanno un valore strategico complessivo, in quanto consentono le chiusure degli anelli di banda.

Il Dipartimento Infrastrutture e mobilità della Provincia ha provveduto ad effettuare una ricognizione, con Trentino Network e con il Dipartimento della Conoscenza, degli edifici scolastici interessati. Gli ambiti territoriali all’interno dei quali si trovano le scuole che saranno oggetto, in questa prima fase, di collegamento alla banda ultralarga sono gli ambiti delle comunità della Valle dell’Adige, dell’Alto Garda e Ledro, del Passo del Tonale (nella foto), del Comune di Peio e del Comune di Roverè della Luna.