Turismo, Google sceglie l'Italia per il lancio mondiale di Hotel Insights - CorCom

IL PROGETTO

Turismo, Google sceglie l’Italia per il lancio mondiale di Hotel Insights

La nuova piattaforma offre, a costo zero, risorse e formazione per aiutare il settore alberghiero, fortemente colpito dalla pandemia, a ripartire. Cuore del progetto: big data e competenze digitali

25 Gen 2021

Patrizia Licata

giornalista

Google ha scelto l’Italia per riconfermare il proprio impegno a sostegno della ripresa economica e, in particolare, del settore del turismo e inizia dal nostro Paese per il lancio locale del suo nuovo progetto Hotel Insights. La nuova piattaforma offre informazioni e risorse senza costi pensate per aiutare il settore alberghiero a intercettare la domanda turistica potenziale. Il progetto si fonda sull’uso dei Big data e include un percorso di formazione che verrà diffuso grazie alla collaborazione con le principali rappresentanze associative del settore  per fornire maggiori competenze digitali alle realtà turistiche italiane.

Collaborazione con il governo e le associazioni di settore

Il progetto viene presentato durante un momento di confronto pubblico dedicato a discutere del ruolo che possono avere il digitale, nonché la collaborazione di tutti gli attori (pubblici e privati), nell’affrontare le complicate sfide che la pandemia sta mettendo di fronte al settore del turismo.

WHITEPAPER
Come raggiungere il successo? Investimenti in tecnologia, resilienza e nuovi processi
CIO
Digital Transformation

Al centro del dibattito il modo in cui le leve del digitale possono supportare il settore con uno sguardo al futuro, per avere più strumenti e competenze digitali a disposizione quando sarà possibile tornare a viaggiare. Questo appuntamento vede la partecipazione del Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo (MiBact), dell’Agenzia nazionale del turismo (Enit) e di Unwto, nonché delle realtà con cui Hotel Insights è stato realizzato, ovvero le principali associazioni del settore alberghiero Confindustria Alberghi, Federalberghi e Federturismo Confindustria.

Il turismo di domani: le smart destination

Sono certa che l’intuizione di una piattaforma per il sostegno dei nostri alberghi contribuirà alla ripartenza del settore turistico, in una fase di  maturazione della nostra offerta nel nome di un turismo più sano e moderno. Poter contare su strumenti digitali davvero innovativi significa anche consolidare il ruolo delle destinazioni turistiche di domani, le smart destination, in cui la tecnologia gioca un ruolo centrale nel migliorare la vita dei turisti ma anche dei residenti, in cui i dati diventano strumento per un utilizzo più attento e responsabile delle risorse. Così il turismo – grazie alla tecnologia digitale – diviene sempre più maturo e sostenibile”, ha dichiarato Lorenza Bonaccorsi, Sottosegretaria al Turismo del MiBact.

Big data per catturare la domanda

L’Osservatorio Innovazione digitale nel turismo della School of Management del Politecnico di Milano ha indagato quali siano stati i trend rilevanti per il settore del turismo in Italia nel 2020 e ha identificato che, pur nel contesto di un drammatico calo del 60% rispetto all’anno precedente, si sia evidenziata una crescita del peso del canale di prenotazione diretto, soprattutto in digitale.

Allo stesso modo cresce l’interesse da parte delle strutture per rendere l’esperienza dei propri clienti sempre più digitale e soprattutto si evidenzia la necessità di cogliere in tempo reale esigenze e comportamenti della domanda. “La pandemia, con i forti cambiamenti che ha prodotto, ha accresciuto la necessità da parte degli operatori del turismo di rimanere costantemente aggiornati sulle esigenze e comportamenti della domanda e dei competitor” ha dichiarato Eleonora Lorenzini, direttrice dell’Osservatorio. “Per questo risultano estremamente preziosi quegli strumenti che permettono l’accesso alle informazioni e stimolano i gestori delle strutture ricettive e dotarsi di competenze per un utilizzo sempre più costante e strategico dei dati”.

Hotel Insights si propone di andare incontro a queste esigenze, per fornire informazioni e risorse per aiutare il settore a portare avanti il proprio processo di digitalizzazione. Il nuovo Hotel Insights permetterà infatti alle strutture e agli operatori del settore di ottenere informazioni riguardo alle ricerche effettuate dai potenziali turisti, da quali paesi arrivano e come cambiano le loro ricerche nel tempo.

Inoltre, fornirà consigli utili su come sfruttare al meglio queste informazioni, aiutando a sviluppare conoscenza e asset digitali a sostegno delle proprie attività.

Competenze digitali per gli operatori del turismo

Il programma comprende i “Google Digital Training”, corsi online che saranno fruibili direttamente dai siti di Confindustria Alberghi, Federalberghi, Federturismo Confindustria per tutti i loro associati, insieme a un intero modulo di corsi dedicato al verticale turismo di Eccellenze in Digitale 2020-2021, un progetto supportato da Google.org e in collaborazione con Unioncamere.

“Il momento storico che stiamo vivendo pone più che mai l’Italia di fronte al bisogno di crescere economicamente e, affinché questo sia possibile, intraprendere un processo di trasformazione digitale è oggi indispensabile. Il nostro impegno nel supportare il Paese per accelerare la ripresa economica, in linea con quanto annunciato nel nostro piano “Italia in Digitale”, si riconferma ora con un’attenzione particolare al turismo, duramente colpito dalle conseguenze della pandemia. Siamo felici di presentare Hotel Insights proprio qui in Italia, scelta come primo paese al mondo per il lancio locale dopo il grande lavoro svolto dal team italiano per fornire al settore strumenti, risorse e progetti di formazione digitale specifici, per farsi trovare pronti quando si potrà di nuovo tornare a viaggiare”, ha dichiarato Fabio Vaccarono, Vice President di Google.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 3