STRATEGIE

Twitter, si taglia. Via l’8% della forza lavoro, e il mercato lo premia

Il Ceo e co-fondatore Jack Dorsey: “Decisioni difficili ma necessarie”. Nel mirino la divisione engineering che dovrà diventare “più agile, più svelta”. Risale il titolo. Basterà a recuperare il distacco da Facebook?

13 Ott 2015

Twitter taglia fino all’8% della sua forza lavoro, oltre 300 dipendenti. L’annuncio dell’azienda spinge i titoli in Borsa, dove arrivano a guadagnare oltre il 5%. “Abbiamo assunto decisioni difficili ma necessarie” scrive in una nota ai dipendenti il Ceo e fondatore Jack Dorsey deciso a snellire la divisione engineering nel tentativo di ottenere una squadra più “agile”.

”Il consiglio di amministrazione ha approvato un piano di ristrutturazione e riduzione della forza lavoro – si legge nella lettera -. La ristrutturazione rientra nell’ambito di un piano per organizzare la società intorno alle sue priorità” e si sottolinea che il taglio si tradurrà in spese in contanti per 10-20 milioni di dollari. Le spese totali di ristrutturazione sono stimate in 5-15 milioni di dollari.

L’azienda contava alla fine del secondo trimestre 4.100 dipendenti, più del doppio dei circa 2.000 dipendenti che aveva in nello stesso periodo del 2013 poco prima della IPO.

WHITEPAPER
Trasformazione digitale: le tecnologie più rilevanti per supportare la crescita delle aziende
Digital Transformation

I titoli dell’azienda, precipitati nel corso dell’ultimo disatsroso trimestre del 25%, sono risaliti del 3,5%.

La società con sede a San Francisco debutto in borsa nel 2013 con una valutazione di 25 miliardi di dollari. “Crediamo che i lteam engineering potraà muoversi in modo più veloce con una struttura più snella” dice Dorsey. Questo però non escluderà tagli anche ad altri comparti.

Argomenti trattati

Approfondimenti

J
Jack Dorsey
L
licenziamenti
T
twitter