Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Un software per mitigare i rischi sismici

29 Mar 2010

Siemens Plm Software, business unit della divisione Industry
Automation di Siemens e leader nella fornitura di software e
servizi per la gestione del ciclo di vita dei prodotti (Plm), ha
annunciato la donazione di una fornitura software a favore di
Eucentre, del valore commerciale di circa 28.000 euro, a supporto
di un programma finalizzato alla mitigazione dei rischi sismici in
tutto il mondo.

Eucentre (European Center for Training and Research in Earthquake
Engineering) utilizzerà le soluzioni di Siemens Plm software per
la modellazione e l’analisi di strutture edilizie, con la
finalità di giungere alla definizione del comportamento sismico
delle singole strutture, ma anche di validare modellazioni
semplificate sviluppate per analisi di vulnerabilità a grande
scala.

“Attualmente, Eucentre è coinvolto nelle attività di
coordinamento del progetto C.a.s.e., progetto di ricostruzione
seguito al terribile terremoto de L’Aquila, con circa 180 edifici
simicamente isolati per mezzo di 7000 isolatori, completato in meno
di sei mesi” ha dichiarato l’Ing. Barbara Borzi, Responsabile
del Settore Rischio Sismico di Eucentre.

Nell’investigare e implementare metodologie e tecniche innovative
per l’adeguamento antisismico e per raggiungere ambiziosi
obiettivi quali il miglioramento dei criteri di progettazione
edilizia delle aree sismiche, il Centro di ricerca si avvale di
sofisticati strumenti di calcolo per l’analisi strutturale, e
delle più evolute tecnologie sperimentali. Eucentre dispone,
infatti, di un laboratorio estremamente evoluto (Trees Lab –
Laboratory for Training and Research in Earthquake Engineering and
Seismology), che ospita la tavola vibrante più grande d’Europa e
i muri di riscontro alti 12.0 m, grazie ai quali possono essere
svolti test dinamici, pseudo-statici e pseudo-dinamici sui
prototipi di edifici e strutture (in scala ridotta o reale).
Fondata dal Dipartimento della Protezione Civile, dall’Istituto
Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, dall’Università degli
Studi di Pavia e dall’Istituto Universitario di Studi Superiori
di Pavia, Eucentre opera nel settore dell’ingegneria sismica in
rapporto a sismologia, geologia e geotecnica con il fine di
promuovere, sostenere e curare la formazione e la ricerca
finalizzata alla riduzione del rischio sismico. Tra le aree di
consulenza scientifica e tecnologica che Eucentre svolge, a livello
nazionale ed internazionale, la valutazione e l’adeguamento di
strutture pubbliche esistenti, nonché la definizione di nuove
tecniche di progetto e la progettazione di strutture in situazioni
di emergenza.

Riferendo i primi benefici riscontrati nell’adozione delle
soluzioni, l’Ing. Barbara Borzi aggiunge “Le evolute
funzionalità delle soluzioni di Siemens Plm Software ci consentono
di condurre la costruzione del modello a elementi finiti in modo
più efficiente rispetto a software concorrenti, offrendo migliori
risultati a fronte di un impegno più contenuto di risorse”. E
aggiunge “La capacità del software di interfacciarsi con
solutori differenti, ci consente di affrontare diverse tipologie di
analisi non lineari, utilizzando lo stesso strumento: un valore
aggiunto di notevole importanza per la nostra attività”.
“Siemens Plm Software crea e sviluppa partnership che forniscono
un cospicuo valore a istituzioni accademiche, programmi di
conversione e sviluppo personale, membri del Programma Pace
(Partners for the Advancement of Collaborative Engineering) e per
molte altre organizzazioni nel mondo,“ ha dichiarato Hulas King,
Director of Go Plm & Global Community Relations di Siemens Plm
Software. “Collaboriamo con istituzioni accademiche per
incrementare le competenze degli studenti, destinati al mondo del
lavoro, nell’introdurre e utilizzare le più evolute tecnologie e
processi Plm. Siamo orgogliosi di questa cooperazione con Eucentre
e con i brillanti studenti e ricercatori dell’Università di
Pavia tesa a ridurre i rischi sismici su scala globale.”

I commenti sono chiusi.

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link