Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

IL PROGETTO

Unioncamere e Google, boom di candidature per il digitale made in Italy

Quasi 2.400 i giovani “innovatori” che in tre settimane si sono candidati al progetto. E fa il pieno anche il Premio Giovani innovatori d’impresa: 719 i progetti presentati

22 Mag 2014

Lorenzo Forlani

Sono quasi 2.400 in sole tre settimane le candidature al progetto Unioncamere-Google Made in Italy: eccellenze in digitale, mentre il Premio Giovani innovatori d’impresa si è chiuso con 719 progetti presentati, a favore dei quali hanno votato in rete oltre 23mila persone. Sono i numeri di due delle iniziative promosse da Unioncamere nelle scorse settimane a sostegno dell’occupazione e dell’imprenditoria giovanile.

L’iniziativa con Google mette a disposizione 104 borse di studio per giovani neolaureati e laureandi i quali per 6 mesi opereranno all’interno di 52 Camere di Commercio, aiutando le imprese dei territori a sfruttare le opportunità offerte dal web per far conoscere, nel mercato interno e a livello internazionale, le eccellenze del Made in Italy. Alte le attese soprattutto dei giovani del Mezzogiorno: il maggior numero di candidature proviene infatti dalle province di Ragusa, Caserta, Salerno e Brindisi, seguite da Firenze e Viterbo. L’iniziativa è stata lanciata il 28 aprile e si chiuderà il 28 maggio prossimo (il bando è disponibile su http://www.unimercatorum.it/eccellenze-in-digitale/).

Il Premio Giovani Innovatori d’Impresa si concluderà invece con una cerimonia di premiazione il 4 giugno a Roma, in concomitanza con il lancio della 12a edizione della Giornata dell’Economia delle Camere di commercio. Il concorso è rivolto alle imprese gestite o guidate da giovani imprenditori con meno di 40 anni che si siano particolarmente distinte per la capacità di introdurre nuove idee in azienda. Le tre imprese vincitrici beneficeranno di un cofinanziamento di 38mila euro che dovrà essere destinato all’assunzione o alla prestazione di personale dedicato all’implementazione dell’innovazione premiata. La raccolta delle candidature – avvenuta unicamente attraverso il portale www.innovatoridimpresa.it – è partita il 28 marzo e si è conclusa il 6 maggio scorso. Fino a venerdì, tuttavia, è ancora aperta la votazione via web (della quale si terrà poi conto anche nella formulazione del punteggio finale). Ad oggi, hanno espresso il proprio voto oltre 23mila persone registrate.

Elevati anche i numeri complessivi: 111mila visite del portale dall’apertura del bando ad oggi, oltre 75.533 visitatori unici, 255mila pagine lette, quasi 4.482 visualizzazioni del video promozionale del concorso su YouTube, 17.665 ”mi piace” su facebook e 969 follower su Twitter. Complessivamente sono giunte 719 candidature di giovani imprese innovative, provenienti nel 61% dei casi da candidati con meno di 35 anni e da laureati. Il 41% delle candidature viene dal Nord, il 41% dal Centro, il 14% dal Sud e 5% dalle Isole. Tra i settori, elevato il numero delle imprese Ict candidate (100), seguite dalle 38 di ingegneria e biotecnologia a pari merito col commercio.

Le due iniziative sono solo alcune delle azioni dirette a valorizzare e sostenere il ruolo dei giovani nelle imprese e nel mondo del lavoro, messe in campo in queste settimane dal sistema camerale. In quest’ambito, infatti, è stato dato da poco avvio al network degli Sportelli per l’imprenditorialità giovanile nelle Camere di commercio (l’elenco è consultabile alla pagina web www.filo.unioncamere.it/giovani), che mette a disposizione dei giovani un servizio gratuito dedicato espressamente a quanti vogliono creare una nuova impresa.

Articolo 1 di 5