Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

IL CONCORSO

Uscire a cena con un robot? A Milano si può

La startup LorF lancia il contest #Robotfriend. Andrea Buragina: “Regaleremo ai nostri utenti un’esperienza unica nel suo genere”. Appuntamento il 25 settembre alle 18. La location è ancora riservata

26 Giu 2018

Giorgia Pacino

Mettere da parte i social network per incontrarsi nel mondo reale. Magari con un robot umanoide. È l’idea alla base del contest #RobotFriend, lanciato dalla startup milanese LorF. La società creatrice dell’app LoveorFriends vuole incoraggiare le persone a uscire dal mondo virtuale. Sono gli utenti a decidere chi invitare fuori, dove e quando, scegliendo tra i propri amici su Facebook. E adesso avranno anche la possibilità di avere al proprio tavolo un ospite speciale.

“Con il contest #RobotFriend abbiamo deciso di estendere gli incontri anche a un robot umanoide, regalando ai nostri utenti un’esperienza pressoché unica nel suo genere”, spiega Andrea Buragina, co-founder di LorF. Per partecipare, basta andare sul sito www.loveofriends.com, compilare il form per l’adesione e scaricare l’app. I primi tre utenti che avranno inviato il maggior numero di inviti ai loro contatti entro il 15 settembre, potranno incontrare il LorF Robot.

La società non ha ancora rivelato di che tipo di umanoide si tratti: se sappia ballare, cucinare o intrattenere le persone. Lo scopriranno soltanto i vincitori, all’appuntamento organizzato per il prossimo il 25 settembre alle 18. Si terrà a Milano, in una location che verrà resa nota, insieme all’identità del LorF Robot, solo dopo la chiusura del contest.

Il concorso è aperto a tutti, nel rispetto della filosofia di LorF votata alla valorizzazione dell’interazione sociale. La startup è infatti anche una società Benefit, che supporta progetti a favore dell’autismo. Come HomeMate, l’iniziativa che mira a realizzare ambienti intelligenti all’interno della casa utilizzando la tecnologia per offrire maggiore autonomia alle persone autistiche. LorF ha da poco ottenuto la certificazione B Corporation, il più alto riconoscimento per le società socialmente responsabili.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Approfondimenti

L
lorf
L
loveorfriends
R
robot
R
Robotfriend

Articolo 1 di 5