Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Vaticano, canonizzazione in ultra HD per i due Papi

La cerimonia del 27 aprile per la canonizzazione di Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II sarà trasmessa anche in 4K, grazie alla collaborazione tra il centro televisivo della Santa Sede, Eutelsat, Globecast, Sky, Sony e il supporto tecnologico di DBW Communication

31 Mar 2014

Antonello Salerno

La cerimonia di canonizzazione di Papa Giovanni XXIII e Papa Giovanni Paolo II, prevista per il 27 aprile in piazza San Pietro, sarà un evento ad alto contenuto tecnologico, in uno sforzo congiunto che coinvolge aziende internazionali come di Eutelsat, Globecast, Sky e Sony, sotto la guida del Centro Televisivo Vaticano (Ctv) che curerà la produzione delle immagini.

“Il Centro Televisivo Vaticano, data l’importanza dell’avvenimento – si legge in una nota di presentazione dell’evento – ha deciso di effettuare la produzione cinetelevisiva dell’evento anche in 4K Ultra HD, formato tecnologico al quale il Centro Televisivo aveva già rivolto la propria attenzione mediante attività congiunte di sperimentazione”.

L’evento sarà così prodotto dal Centro Televisivo Vaticano in partnership con Sony, Sky Italia ed il supporto tecnologico di DBW Communication, Eutelsat, Globecast e Nexo Digital.

“In particolare DBW Communication, fedele alla propria mission aziendale di produrre audiovisivi e fornire servizi basati sull’uso delle più avanzate tecnologie per le produzioni cinematografiche e televisive – affermano dall’azienda – effettuerà le riprese dell’evento con 5 telecamere Sony PMW-F55. Tali telecamere saranno allocate in Piazza San Pietro e collegate ad un OB Van 4K Ready mediante uno specifico sistema Sony di trasmissione dei segnali in fibra. La configurazione tecnica dell’OB Van 4K Ready, la medesima utilizzata da DBW Communication nelle precedenti esperienze di produzione in 4K – spiegano da DBW Communication – si basa su un mixer video Sony MVS-8000X in configurazione 4K, un sistema di monitor PVM-X330 LCD da 30 pollici 4K e il nuovo server 4K PWS-4400”.

Il posizionamento delle camere e la scelta delle lenti sono stati supervisionati dal Centro Televisivo Vaticano e condivise da DBW Communication con i partner e con gli altri fornitori di supporto tecnologico dell’evento.

L’evento sarà trasmesso in diretta in formato 4K presso l’Aula Paolo VI in Vaticano e il trasporto del segnale 4K generato, sarà effettuato via satellite da parte di Eutelsat.