Vaticano, due papi "battezzano" il 4K - CorCom

ALTISSIMA DEFINIZIONE

Vaticano, due papi “battezzano” il 4K

La canonizzazione di Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II sarà trasmessa in Hd, 3K e in via sperimentale in ultra Hd grazie a Dbw Communication. Il presidente Giuliano Beretta: “Siamo esperti in questo campo, useremo 5 telecamere collegate a un minivan. E l’evento in 4K si vedrà in una sala ad hoc”

31 Mar 2014

Luciana Maci

Due Papi “trasmessi” in HD, 3D e “prodotti” per la prima volta in Ultra HD (o 4K), il formato che consente la visione di immagini ad altissima definizione: si tratta della canonizzazione di Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II, un evento di portata mondiale che avverrà il 27 aprile in Piazza San Pietro e segnerà anche una tappa fondamentale nella storia dell’utilizzo delle nuove tecnologie per la televisione e per il cinema. Per la prima volta, infatti, sarà possibile assistere ad una cerimonia papale in tutto il mondo grazie all’esperienza “immersiva” del 3D e per la prima volta una trasmissione televisiva sarà trasmessa in diretta in 4K, sia pure in forma sperimentale e in una saletta riservata all’interno del Vaticano.

L’iniziativa è realizza dal Centro televisivo vaticano (Ctv) in partnership con Sony e Sky, col supporto tecnologico di Dbw communication, Eutelsat, Nexo e Globecast, e con il contributo dei Cavalieri di Colombo.

“È stato un percorso complesso e a volte difficile – ha esordito nell’odierna conferenza stampa di presentazione monsignor Dario Viganò, direttore del Ctv – ma le nuove tecnologie comunicative sono insieme una sfida e un’opportunità”. Ricordando che l’idea è nata a ottobre 2013, Viganò ha spiegato che la cerimonia sarà trasmessa in HD dal Ctv, mentre, grazie alla collaborazione con Sky, andrà in onda sui canali 3D di Sky in Italia, Regno Unito e Germania, che per l’occasione saranno visibili a tutti gli abbonati Sky HD. La celebrazione non sarà andrà in onda solo in tv: grazie alla distribuzione nei cinema del mondo da parte di Nexo Digital, sarà possibile assistere all’ evento in 3D in tutto il pianeta, nelle sale cinematografiche di Europa, Nord e Sud America. Grande adesione anche in Italia, dove la manifestazione in 3D sarà trasmessa in oltre 100 cinema. La visione nelle sale, rigorosamente gratuita per tutti, sarà disponibile anche in Francia, Germania, Gran Bretagna, Polonia, Brasile, Argentina, Messico, Stati Uniti.

Infine i due Papi avranno l’onore di “sperimentare” il 4K: l’evento ripreso in questo formato grazie all’esperienza di Dbw Communication sarà trasmesso in diretta presso l’Aula Paolo VI in Vaticano e il trasporto del segnale 4K generato sarà effettuato via satellite da parte di Eutelsat.

“Per Sky è un onore partecipare a una produzione del Centro Televisivo Vaticano di così grande rilievo” ha detto Andrea Zappia, amministratore delegato di Sky Italia. La trasmissione in 3D della cerimonia sugli schermi degli abbonati Sky in Italia, Gran Bretagna e Germania, e nei cinema di tutto il mondo, permetterà a coloro che non potranno essere a Roma di vivere la cerimonia con un coinvolgimento senza eguali. Ed è un evento televisivo live che, per la prima volta, nascerà anche grazie alla partnership fra tre pay tv europee, Sky Italia, BSkyB e Sky Deutschland”.

Franco di Sarro, amministratore delegato di Nexo Digital, ha aggiunto che “questo è un modo nuovo, per la tecnologia, di mettersi al servizio della cultura offrendo ai fedeli, grazie al 3D ed alla diffusione non solo televisiva ma anche sul grande schermo, l’occasione per partecipare alla canonizzazione in maniera autenticamente immersiva”.

“Dal punto di vista delle tecnologie – ha spiegato David Bush, capo marketing di Sony EuropeSony darà il suo supporto per le riprese nei formati HD, 3D e 4K. Grazie al continuo impegno nello sviluppare strumenti per la produzione audiovisiva, Sony sostiene la sperimentazione dell’Ultra High Definition confermando il ruolo di leader tecnologico e la produzione in 4K della canonizzazione sarà utile riferimento per valutare l’integrazione dei formati”.

Sul battesimo del 4K per i due Papi è intervenuto Giuliano Beretta, presidente di Dbw communication, spiegando: “Fedeli alla nostra missione aziendale di produrre audiovisivi avanzati, siamo stati pionieri del 3D e ora mettiamo a disposizione la nostra esperienza per usare al meglio il 4K. È una configurazione complessa, con 5 telecamere situate in piazza San Pietro e collegate a un minivan dotato di uno specifico sistema Sony. L’abbiamo usato in precedenti esperienze come la partita Juventus-Copenhaghen trasmessa su Sky”.

Componente indispensabile dell’infrastruttura messa in campo per la trasmissione della mondovisione in diretta saranno i satelliti di Eutelsat Communications. Il Centro Televisivo Vaticano utilizzerà 9 satelliti Eutelsat per 5 ore. In una nota Jean-Francois Leprince-Ringuet, Cco di Eutelsat, ha affermato: “Per questo evento di interesse mondiale, siamo fieri di collaborare con i partner delle principali industrie e di unire le nostre rispettive competenze per fornire un’esperienza di visione in 3D nelle case, nei cinema e nei luoghi di visione all’aperto. Questa storica trasmissione richiede un programma impeccabile, rigore ed alti livelli di collaborazione. In Eutelsat, per consentire la migliore qualità di servizio ad un pubblico internazionale, ricorreremo alla nostra vasta esperienza nella trasmissione di eventi eccezionali”. In conferenza stampa, Renato Farina, amministratore delegato di Eutelsat Italia, ha ribadito: “Alle Olimpiadi di Sochi sono state trasmesse 4000 ore di trasmissione su 4 satelliti, durante il Conclave e l’elezione di Papa Francesco sono state oltre 1200 le ore di trasmissione nel mondo. Ma questa per noi è davvero una pagina storica”. Poi ha spiegato che “Globecast si occuperà dell’uplink del segnale da Piazza San Pietro verso Eutelsat 5 Ovest A. Eutelsat ne coordinerà la redistribuzione attraverso Hot bird, Eutelsat 5 Ovest A ed Eutelsat 8 Ovest A in Europa, Eutelsat 36A ed Eutelsat 16A in Africa, Eutelsat 70B ed Eutelsat 172A in Asia ed Eutelsat 12 Ovest A e Satmex 8 per le Americhe. Tutti questi canali verranno trasmessi in chiaro dalle 7 alle 13 UTC per permettere ai broadcaster di usufruire della copertura live e in differita”.

Oltre alle sale cinematografiche, una speciale proiezione si terrà nella località di Sotto il Monte, il paesino in provincia di Bergamo che ha dato i natali ad Angelo Roncalli, il futuro Papa Giovanni XXIII: Sky – in collaborazione con Sony – curerà la diretta in 3D, a cui assisteranno oltre un migliaio di persone del paese e dei comuni limitrofi. Inoltre, l’evento sarà trasmesso in diretta in 3D anche presso l’Aula Paolo VI in Vaticano.