Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

LA TRIMESTRALE

Venti di crisi per Baidu: in fumo 60 miliardi di $ in poco più di un anno

Anche le prospettive per il futuro evidenziano un ulteriore calo del valore. L’ancora di salvezza nello sviluppo di soluzioni basate sull’intelligenza artificiale

19 Ago 2019

A. S.

Dal suo momento migliore, che si era registrato a maggio 2018, il gigante cinese di Internet Baidu ha perso circa 60 miliardi di dollari di valore di mercato. Questo a causa della competizione crescente con l’ingresso di nuovi e agguerriti player. Scricchiola così la posizione di dominio sul mercato cinese dell’online che Baidu condivideva con Alibaba e Tencent.

Il “Google cinese” ha visto il valore delle proprie azioni crollare di circa il 40% nell’ultimo anno, mentre quello dei rivali di Tencent e Alibaba è cresciuto rispettivamente del 6% e del 27%.

E le previsioni degli analisti non sono rosee per il futuro prossimo: secondo Refinity il nuovo trimestre segnerà infatti un calo del fatturato pari al -0,8% sull’anno precedente, con gli utili per azione in calo di più dell’83%. Secondo gli analisti questa performance negativa è dovuta al ritardo con cui l’azienda si è adeguata alla crescita del mobile e alle difficoltà di affrontare la competizione dopo l’uscita di Google dalla Cina, che risale al 2010.

Anche per contrastare il trend negativo Baidu sta concentrando gli sforzi sull’intelligenza artificiale, dalle tecnologie per la self driving car agli assistenti vocali, come aveva recentemente spiegato il Ceo Robin Li: “Lavoriamo a soluzioni per le imprese e le amministrazioni locali – afferma – che espanderanno significativamente il nostro mercato”.

“Queste nuove iniziative nel campo dell’intelligenza artificiale – spiega a Cnbc Xueru Zhang, senior analyst in 86Research – stanno crescendo molto rapidamente ma nonostante il loro contributo non sono destinate a dare in tempi rapidi una spinta sostanziale al business: la società però sta dando prova di saper commercializzare le tecnologie di AI per una serie ampia di applicazioni. Baidu è un player chiave per l’era dell’intelligenza artificiale in Cina, e questi business porteranno a una crescita nel lungo termine per l’azienda”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4