AUTOMOTIVE

Veoneer nelle mani di Qualcomm e Ssw Partners per 4,5 miliardi di dollari

Raggiunto l’accordo definitivo per l’acquisizione del technology provider. La società guidata da Amon punta a creare una piattaforma open globale per l’autonomous driving

05 Ott 2021

Domenico Aliperto

Qualcomm e Ssw Partners, società di investimento con sede a New York, hanno raggiunto un accordo definitivo per l’acquisizione di Veoneer per 37 dollari per azione. La transazione, che avverrà interamente in contanti, attribuisce allo specialista delle soluzioni per la guida autonoma un valore patrimoniale totale di 4,5 miliardi di dollari. Veoneer ha rescisso il suo precedente accordo di acquisizione con Magna annullando la riunione del 19 ottobre 2021 precedentemente programmata per approvare in via definitiva l’affare.

Cosa prevede l’accordo

Alla chiusura del deal, Ssw Partners acquisterà tutto il capitale residuo di Veoneer, e venderà l’attività Arriver a Qualcomm mantenendo le attività dei fornitori Tier-1 di Veoneer. Ssw Partners, si legge in una nota, guiderà il processo di ricerca di partner strategici forti e a lungo termine. Avendo già allacciato in passato partnership di successo con Arriver, Qualcomm ritiene che “il business di Arriver prospererà dopo il passaggio di proprietà”. Alla chiusura delle transazioni, Qualcomm incorporerà le risorse di visione artificiale e assistenza alla guida di Arriver nella sua soluzione Snapdragon Ride Advanced Driver Assistance Systems (Adas). Ciò aumenterà la capacità di Qualcomm di fornire una piattaforma Adas aperta e competitiva per case automobilistiche e Tier-1 su larga scala.

digital event
Quali sono le opportunità dell’Intelligenza Artificiale nelle nostre vite e nelle nostre attività?
Blockchain
Intelligenza Artificiale

Ssw Partners lavorerà con il management di Veoneer per garantire il perseguimento del piano aziendale esistente di Veoneer e per identificare partner strategici forti e a lungo termine per le attività di Restraint Control Systems (Rcs) e Active Safety.

Qualcomm è il proprietario naturale di Arriver. Integrando queste risorse, Qualcomm accelera la sua capacità di fornire una soluzione Adas leader e orizzontale come parte della sua piattaforma di chassis digitale”, ha affermato Cristiano Amon, presidente e Ceo di Qualcomm. “Riteniamo che questa transazione e questa struttura vadano a vantaggio sia degli azionisti di Qualcomm che di Veoneer, posizionano tutte le attività di Veoneer per il successo e offrono un’opportunità interessante a clienti e dipendenti”.

Jan Carlson, presidente, presidente e Ceo di Veoneer, ha aggiunto: “Questa transazione crea un valore superiore per i nostri azionisti. Offre anche opportunità interessanti al nostro team Arriver in Qualcomm e consente alle nostre altre attività di trovare partner industriali a lungo termine dove possono continuare a svilupparsi. Il nostro consiglio di amministrazione e il nostro team di gestione”, ha continuato Carlson, “rimangono concentrati sul raggiungimento dei nostri obiettivi, guidando miglioramenti continui in tutta l’organizzazione e lanciando nuove tecnologie e programmi per i nostri clienti. Nonostante le significative sfide a livello di settore, il nostro team ha svolto un lavoro eccezionale posizionando Veoneer verso il successo, basandosi sul nostro ecosistema leader di partner, tecnologia all’avanguardia e un solido portafoglio ordini”.

I dettagli della transazione

Il prezzo di acquisto in contanti di 37 dollari per azione rappresenta un premio del 18% rispetto al precedente accordo di Veoneer con Magna e un premio dell’86% sul prezzo delle azioni non interessato prima dell’annuncio dell’accordo con Magna. La transazione è stata approvata dai consigli di amministrazione di Qualcomm e Veoneer ed è soggetta all’approvazione ai sensi dell’Hart-Scott-Rodino Antitrust Improvements Act del 1976 negli Stati Uniti, ad alcune approvazioni europee per gli investimenti diretti esteri, all’approvazione degli azionisti di Veoneer e ad altre consuete condizioni per questo genere di affari. La transazione dovrebbe essere perfezionata nel 2022. L’annuncio segue la determinazione del consiglio di amministrazione di Veoneer, con l’assistenza dei suoi consulenti finanziari e legali, che un’offerta formale di acquisizione che Veoneer ha ricevuto da Qualcomm e Ssw Partners il 1 ottobre 2021 costituisce una “Proposta superiore” ai sensi dell’accordo di fusione di Veoneer con Magna del 22 luglio 2021. Magna ha rinunciato al diritto di presentare una proposta rivista a Veoneer.

@RIPRODUZIONE RISERVATA