Violenza domestica, in forte aumento lo stalkerware via smartphone - CorCom

IL CASO

Violenza domestica, in forte aumento lo stalkerware via smartphone

Il lockdown ha fatto il paio con un aumento delle denunce in particolare da parte delle donne. Nel solo mese di aprile oltre 8.200 utenti monitorati illecitamente attraverso software installati sui telefonini. In campo la Coalition Against Stalkerware: salgono a 21 le aziende associate

28 Mag 2020

Antonio Dini

Salgono a 21 i membri della Coalition Against Stalkerware, la coalizione nata a novembre scorso con l’obiettivo di contrastare il fenomeno dello stalking attraverso le piattaforme online e che fa leva sull’utilizzo dei cosidetti stalkerware, software che monitorare illecitamente i comportamenti degli utenti.

Undici le nuove aziende che hanno deciso di aderire all’iniziativa: si tratta di Aequitas, Anonyome Labs, AppEsteem Corporation, Bundesverband Frauenberatungsstellen und Frauennotrufe, il Centro Hubertine Auclert, Copperhead, Corrata, Commonwealth Peoples’ Association of Uganda, Cyber Peace Foundation, F-Secure, e l’Illinois Stalking Advocacy Center.

“Nel solo mese di aprile 2020 – sottolinea Tatyana Shishkova, Senior Malware Analyst di Kaspersky, fra le aziende fondatrici della Coalizione – abbiamo rilevato stalkerware installati sui dispositivi mobili di 8.201 utenti in tutto il mondo, un dato in crescita rispetto a quello di aprile 2019, che ammontava a 7.736″.

WHITEPAPER
Migliorare la fatturazione elettronica: vantaggi concreti da AI e ML
Dematerializzazione
Digital Transformation

L’aumento del numero di organizzazioni riunite nella lotta agli stalkerware non è mai stato così importante come in questo periodo. Secondo il National Network to End Domestic Violence – network nazionale con sede negli Stati Uniti che ha lo scopo di porre fine alla violenza domestica – l’isolamento forzato in tutto il mondo causato dalla pandemia ha provocato un aumento degli episodi di violenza domestica. E l’escalation è stata segnalata da altri partner della coalizione di diverse aree geografiche e anche dall’Onu. A inizio di aprile, il vice segretario generale dell’Onu, Amina Mohammed, ha evidenziato che in tutto il mondo il prezzo dell’isolamento è stato pagato in misura maggiore dalle donne, poiché la probabilità di essere esposte a violenza domestica è aumentata. Oltre agli abusi fisici, molte donne devono anche preoccuparsi dell’eventualità di avere degli stalkerware sul proprio telefono.

I membri fondatori della coalizione hanno creato una definizione standard e criteri di individuazione degli stalkerware, finora inesistenti, con l’obiettivo di aiutare le vittime e di sensibilizzare l’opinione pubblica sui pericoli degli stalkerware. Durante i primi mesi di attività, i partner della coalizione hanno lavorato per sensibilizzare sul tema le organizzazioni di difesa degli stalkerware, i giornalisti e le autorità di controllo attraverso dibattiti pubblici, eventi, pubblicazioni, ricerche e dati sugli stalkerware acquisiti dai vendor di sicurezza informatica

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 3