VMware Virtual San 6, per una nuova generazione di enterprise storage - CorCom

SOLUZIONI

VMware Virtual San 6, per una nuova generazione di enterprise storage

L’azienda battezza la storage di nuova generazione: facilità di gestione, scalabilità e riduzione del Tco le caratteristiche più innovative

19 Mar 2015

Alberto Bullani, Regional Manager VMware Italia

Nel 2011 Marc Andreesen disse “Software is eating the world” e aveva ragione: le organizzazioni più agili sono digitali e le competenze chiave per la gestione del software le rendono più competitive rispetto ad aziende che si rifiutano di modificare o riconoscere questo cambiamento fondamentale.

L’assunto di Andreesen è stato sposato in pieno dalla visione di VMware per il Software-Defined Data Center, che rappresenta l’opportunità di cambiare il modo in cui pensiamo ai servizi IT: da un modello statico, inefficiente e non flessibile a un approccio dinamico, flessibile e ottimizzato.

Al suo interno, il Software-Defined Storage può rappresentare la componente più interessante dell’intera offerta: lo storage fa la parte del leone della spesa IT, in costante aumento e storicamente refrattario ai cambiamenti strutturali.

Inoltre, le esigenze legate allo storage continuano a crescere nelle moderne organizzazioni IT. Molti modelli di business sono guidati dalla necessità di acquisire e controllare montagne di informazioni e, mentre i costi legati all’hardware per lo storage continuano a diminuire, aumenta la richiesta di capacità e di efficienza operativa.

Occorre quindi un nuovo approccio al Software-Defined Storage per gestire la complessità operativa e le sfide in termini di costi. La strategia di VMware mira a portare lo storage nella nuova cloud era, offrendo quell’efficienza operativa che la virtualizzazione dei server ha portato nell’infrastruttura IT.

La soluzione VMware per il Software-Defined Storage è VMware Virtual SAN, le cui caratteristiche possono essere sintetizzate in una parola: semplicità.

VMware Virtual SAN offre scalabilità flessibile in base alla crescita, eliminando la necessità di ingenti investimenti iniziali. Riduce il CapEx dello storage utilizzando componenti server conformi agli standard di settore e offre la possibilità di scegliere fornitori e configurazioni. Riduce inoltre l’OpEx semplificando la gestione dello storage tramite gli strumenti vSphere e automatizzando la gestione dei livelli di servizio di storage mediante policy basate sulle VM.

Nel mese di febbraio, VMware ha presentato la nuova generazione di soluzioni di enterprise storage, entrando così nella nuova fase della propria strategia per il Software-Defined Storage: VMware Virtual SAN 6 offre miglioramenti nella scalabilità e nelle performance e VMware vSphere Virtual Volumes garantisce nuovi livelli di integrazione storage per rendere gli array di terze parti “virtualization-aware” in maniera nativa. Le nuove soluzioni rispondono all’esigenza da parte dei clienti di un approccio allo storage semplice, efficiente, dalle elevate prestazioni e cloud-aware.

In termini di caratteristiche e potenziamenti rispetto alla versione precedente, VMware Virtual SAN 6 offre una scalabilità doppia e performance migliorate di oltre 4 volte e mezzo oltre a nuove capacità di classe enterprise, rendendola la piattaforma ideale per macchine virtuali e applicazioni business critical.

La migliore dimostrazione della portata innovativa delle soluzioni VMware per lo storage è il numero di clienti che le hanno già scelte: oltre 1.000 aziende in soli nove mesi. E la nuova versione offre ulteriori opportunità attraverso le nuove capacità e aiuta i clienti nella transizione dello storage da ambienti virtuali tradizionali al Software-Defined Data Center e ad ambienti cloud attraverso l’integrazione con OpenStack e la piattaforma di cloud management di VMware.

Facilità di gestione, profonda integrazione con lo stack VMware, alte prestazioni, scalabilità e riduzione del TCO: benvenuti nello storage di nuova generazione.

Argomenti trattati

Approfondimenti

A
alberto bullani
V
vmware