Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

LA CLASSIFICA

Web Reputation: Cairo, Starace ed Elkann sul podio dei manager

Brunello Cucinelli in quarta posizione, seguono Claudio Descalzi e Alberto Bombassei. Salto in avanti di Alessandro Benetton e Giuseppe Bono. Ecco la classifica stilata dall’Osservatorio permanente di Reputation Science

12 Ago 2019

F. Me.

Chi tra i top manager delle principali aziende italiane ha la migliore reputazione online? Secondo l’Osservatorio permanente di Reputation Science, che ogni mese analizza l’andamento della Web Reputation dei manager, a luglio sono stati riconoscimenti importanti, nuovi progetti industriali e alleanze strategiche che hanno fatto crescere la reputazione dei protagonisti della classifica.

Chi Sale

La conquista delle Olimpiadi 2026 a Milano e Cortina si riflette positivamente sulla reputazione di Alessandro Benetton (55,44), che guadagna cinque posizioni e arriva 12°. Sale di otto e si piazza al 13° Giuseppe Bono (54,66) che annuncia l’alleanza tra Fincantieri ed Enel per elettrificare i porti italiani. A luglio ha suscitato grande dibattito la sua dichiarazione sulla difficoltà di trovare operai per i suoi cantieri a fronte di seimila posti disponibili. Il premio Tao Awards Excellence, gli utili in crescita e la partecipazione a FED 2019 fanno salire di una posizione, al 4° posto, Brunello Cucinelli (65,07). “Premio Marketer of the Year” per Alberto Bombassei (60,23), che viene anche riconfermato presidente della Fondazione Italia-Cina e sale dal 9° al 6°. Guadagna tre posti anche Valerio Camerano (11° con 55,52), che ha emesso con successo il primo green bond e ha presentato la ricicleria realizzata da A2A nel carcere di Bollate come “esempio di inclusione e sviluppo”. Cresce di due posizioni e sale al 9° Remo Ruffini (57,12), reduce dal primo Hackathon di Moncler a Milano, a cui hanno partecipato 450 dipendenti provenienti da tutto il mondo per sfidarsi su progetti innovativi.

Il podio

Confermato il podio. Urbano Cairo, che ha presentato le novità del palinsesto La7 e ha raccolto la soddisfazione per l’ottima partenza del Torino in Europa League, è 1° con 77,77 punti, tra i rumors che lo tirano nuovamente in ballo come futuro erede politico di Berlusconi. Al 2° troviamo anche questo mese Francesco Starace (67,95) che ha presentato il progetto per convertire la ex centrale di Porto Tolle in polo turistico, al 3° John Elkann (67,75), che ha festeggiato i 120 anni di Fiat dichiarando Fca “forte come non mai” e ha stretto un patto tra Fondazione Agnelli e Google per la didattica innovativa.

In Top 100 da segnalare la crescita di 17 posizioni di Bianca Maria Farina, Presidente di Poste Italiane (45°), che ha presentato il nuovo hub di Poste Italiane a Bologna, il più grande realizzato in Italia, e il nuovo ingresso di Stefano Domenicali, Ad di Lamborghini, al 44°.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5