Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

STRATEGIE

Wekiwi punta all’estero: in Francia la nuova sede

ll fornitore di energia totalmente digitale battezza il suo percorso di internazionalizzazione. Obiettivo: raggiungere Oltrealpe 20mila clienti in 2 anni

21 Ago 2018

F. Me

Wekiwi.it scommette sull’internazionalizzazione e punta alla Francia, come primo “traguardo”.  Il fornitore di energia completamente online e low cost è nato circa due anni fa; il suo modello si basa sul concetto di Carica, un importo fatturato in acconto che sceglie il Cliente per eliminare le fatture stimate e favorire la consapevolezza dei propri consumi. Wekiwi riconosce sconti a quei clienti che consentono di mantenere bassi i costi del servizio, in un’ottica vera e propria di condivisione del margine.
“Wekiwi non è un’offerta per tutti, il nostro target è quello dei clienti attenti ai consumi e che gradiscono gli strumenti online – spiega Massimo Bello, Ad di Wekiwi – Grazie alla Carica di wekiwi diventa infatti molto semplice monitorare i propri consumi, forniamo anche informazioni sull’uso dell’energia rispetto ad utenze simili della propria provincia, per favorire il risparmio energetico. Wekiwi è adatta ad una clientela interessata a ridurre gli sprechi, ad eliminare la carta e le inutili attese al telefono. Crediamo pertanto che Wekiwi debba puntare ad essere un operatore di nicchia, pur consapevoli che tale nicchia crescerà man mano che i clienti finali diventeranno sempre più digitali. In quest’ottica il nostro sviluppo potrebbe risultare più agevole se decidessimo di rivolgersi a diverse nicchie di clienti digitali in più Paesi europei.”

Per questo motivo wekiwi ha deciso di intraprendere la strada dell’internazionalizzazione, avendo preventivamente condotto un’analisi approfondita del mercato in altri Paesi europei, come UK, Francia e Spagna, in cui l’uso del web è più diffuso che in Italia e nei quali l’acquisto di servizi online oltre che di prodotti è già molto sviluppato grazie anche a numerosi servizi di confronto delle offerte.


Secondo la ricerca in Francia, pur in un settore estremamente tradizionale come quello dell’energia, c’è un forte interesse per soluzioni innovative, concetti nuovi e proposte che favoriscano il risparmio energetico come quella di Wekiwi. Il contesto regolatorio è simile, ma il mercato sembra più predisposto per un approccio full digital, in quanto ad esempio lo scambio delle informazioni con i gestori di rete è già molto automatizzato.

In Francia l’azienda punta a  raggiungere i 20.000 clienti in 2 anni, riproponendo un modello low-cost simile a quelloitaliano. La sede sarà a Parigi e l’avvio delle vendite è previsto per il primo trimestre 2019.
 
In Italia Wekiwi ha raggiunto in Italia i 15.000 clienti serviti e superato i 15 milioni di fatturato grazie a collaborazione anche con aziende di prestigio nel segmento B2B come Grom, Panino Giusto, Talent Garden, Pasta Reggia, Allegro Italia.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Approfondimenti

W
wekiwi

Articolo 1 di 5