SCENARI

Whatsapp e Messenger leve di business più del Metaverso. Parola di Zuckerberg

Saranno le due piattaforme a trainare i ricavi da qui ai prossimi mesi. È quanto ha riferito il numero uno di Meta in un incontro con i dipendenti. “La messaggistica per le aziende sarà il prossimo pilastro della crescita”. L’universo virtuale? Di là da venire: “Opportunità di lungo termine”

18 Nov 2022

Veronica Balocco

zuckerberg-151204185045

Saranno WhatsApp e Messenger, e non il metaverso, a guidare la prossima ondata di crescita delle vendite di Meta Platform: lo ha affermato Mark Zuckerberg in un incontro con i dipendenti, nel tentativo di placare le preoccupazioni sulle finanze aziendali dopo i suoi primi licenziamenti di massa. Rispondendo a una serie di domande puntuali una settimana dopo che Meta ha dichiarato che avrebbe licenziato 11.000 lavoratori , il fondatore di Facebook ha descritto la coppia di app di messaggistica come “molto precoci nella monetizzazione” rispetto ai colossi pubblicitari Facebook e Instagram.

“Parliamo molto delle opportunità a lungo termine come il metaverso, ma la realtà è che la messaggistica aziendale sarà probabilmente il prossimo importante pilastro della nostra attività mentre lavoriamo per monetizzare maggiormente WhatsApp e Messenger“, ha affermato.

Cambio di registro rispetto a un anno fa

I commenti di Zuckerberg riflettono un cambiamento di tono dopo la lunga attenzione posta agli investimenti hardware e software per la realtà estesa, da quando l’anno scorso era stata annunciata l’ambizione a lungo termine di costruire un metaverso immersivo. Gli investitori hanno messo in dubbio la saggezza di tale decisione poiché il core business pubblicitario di Meta ha faticato quest’anno, più che dimezzando il prezzo delle sue azioni.

WHITEPAPER
CYBERSECURITY: le migliori strategie per la tutela e la continuità dei servizi IT
Sicurezza
Cybersecurity

Nelle sue osservazioni ai dipendenti, Zuckerberg ha minimizzato le spese aziendali sui Reality Labs, l’unità responsabile degli investimenti nel metaverso. “Le persone sono state la spesa maggiore di Meta, seguita dalle spese in conto capitale, la maggior parte delle quali è andata all’infrastruttura per supportare la sua suite di app di social media”, ha affermato. Ha puntualizzato quindi che circa il 20% del budget di Meta va ai Reality Labs.

Reality Labs: 40% del budget in realtà aumentata

All’interno di Reality Labs, l’unità starebbe spendendo oltre la metà del suo budget in realtà aumentata, con la produzione di occhiali intelligenti: “Questo è per certi versi il lavoro più impegnativo, ma penso anche che sia la parte potenziale più preziosa del lavoro nel tempo”, ha detto Zuckerberg. Circa il 40% del budget totale dei Reality Labs è andato alla realtà virtuale, mentre circa il 10% è stato speso su piattaforme social futuristiche come il mondo virtuale Horizon.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5