EDITORIA

Wired taglia la redazione, cartaceo quasi azzerato

Il giornale uscirà in edicola solo due volte l’anno. Dei 12 redattori ne rimarranno solo sei. I giornalisti: “Metteremo in campo tutte le azioni necessarie per salvare i posti di lavoro”

25 Giu 2015

F.Me.

Da mensile a semestrale. E’ quello che diventerà Wired dopo che l’editore Condé Nast Italia ha deciso di ridurre drasticamente l’uscita del cartaceo nelle edicole e puntare tutto sul digitale.

In seguito alle dimissioni del direttore Massimo Russo e alla successiva nomina di Federico Ferrazza, l’azienda ha comunicato che Wired punterà su digitale ed eventi per crescere. Ai rappresentanti sindacali e alla redazione è stato comunicato dal Chief operating officer di Condé Nast Italia, Domenico Nocco che sei dei 12 giornalisti della redazione (il 50%) sono considerati esuberi. Al momento, dunque, la redazione confermata sul progetto Wired Italia è, quindi, formata da sei giornalisti (di cui uno part-time).

La redazione di Wired Italia e i giornalisti di Condé Nast – si legge in un comunicato sindacale – esprimono forte preoccupazione per il futuro della testata e del brand stesso e si riserva di intraprendere tutte le azioni necessarie per salvaguardare il posto dei sei colleghi in mobilità e le condizioni di lavoro che garantiscano la qualità che ha sempre contraddistinto Wired”.

Call4ideas CARDIF
Il Next Normal di Open-F@b?Call4Ideas. Proponi il tuo progetto innovativo!
Digital Transformation
Open Innovation