Women Startup, riflettori sulla nuova imprenditoria al femminile - CorCom

IL CONTEST

Women Startup, riflettori sulla nuova imprenditoria al femminile

C’è tempo fino al 15 settembre per candidarsi alla competizione di WomenX Impact. In palio due premi speciali da Unicredit Start Lab e dalla Digital Agency Pink

06 Set 2021

Enzo Lima

Spingere l’imprenditoria al femminile: questo l’obiettivo della StartUp Competition lanciata da WomenX Impact. Già 200 le candidature pervenute ma c’è tempo fino al 15 settembre per iscriversi (cliccare qui per i dettagli).

Il contest è aperto alle startup fondate da donne o che hanno all’interno del Board almeno una donna. E per poter partecipare al concorso è necessario che la startup sia una realtà già costituita con un prodotto o servizio già in fase di commercializzazione o che lo sarà entro i prossimi sei mesi. Inoltre, la startup deve appartenere a una delle seguenti categorie: Lifestyle (Fashiontech, Traveltech, Foodtech, Designtech, Influencer Marketing), Sustainable & Circular, Education, Health & Fitness e infine, Fintech & Insurtech.

La giuria procederà ad indivisuare le cinque startup finaliste che verranno invitate al summit internazionale di WomenX Impact per presentare il loro progetto. Dopodiché il cerchio si stringerà attorno a tre startup che si aggiudicheranno i premi in palio. L’appuntamento è fissato al Fico Eataly World di Bologna e online dal 18 al 20 novembre 2021.

“La valorizzazione dell’imprenditoria femminile è particolarmente importante per WomenX Impact, dal momento che gli ultimi dati dipingono una situazione difficile per le donne imprenditrici – spiegano dall’associazione -. Infatti, su 6 milioni di imprese in Italia, solo 1,3 milioni sono guidate da donne e ancora meno sono quelle avviate dalle più giovani: le prime costituiscono il 22% del totale, mentre le ultime solo il 2,6%. Inoltre, come testimoniano le elaborazioni dell’Ufficio Studi Confesercenti, le imprese guidate dalle donne sono anche quelle che più hanno sofferto l’arrivo del Covid-19: nel 2020 ne sono state chiuse circa 4mila”.

In palio due premi speciali firmati UniCredit Start Lab e Pink- Digital Agency

La StartUp Competition è realizzata in partnership con UniCredit, che fornisce il suo supporto anche attraverso il premio speciale “UniCredit Start Lab”. Il premio verrà assegnato alle startup vincitrici, darà accesso alla piattaforma di business di UniCredit Start Lab e includerà: l’assegnazione di un mentor scelto tra i professionisti di UniCredit per confronti periodici con le startup su aspetti strategici e di crescita; la partecipazione alla Startup Academy organizzata da UniCredit Start Lab; il programma di coaching da parte del team di UniCredit Start Lab; l’assegnazione di un Relationship Manager di Unicredit per seguire le esigenze bancarie; infine, per le startup che ne abbiano i presupposti, sarà inclusa nel premio l’organizzazione di Business Meeting con clienti Corporate di UniCredit e con possibili investitori.

WHITEPAPER
Crowdfunding: cos'è, come funziona e le migliori piattaforme

Il concorso mette in palio un secondo premio speciale garantito da Pink- Digital Agency, caratterizzato da una giornata di Workshop Equity Session per andare a identificare i Pop (Point of Parity), i Pod (Point of Difference) e il Brand Character delle startup vincitrici. Terminato il workshop verrà consegnato alle startup un documento di Brand Identity e le linee guida per lo sviluppo del piano strategico di comunicazione, individuando touch point e Kpi di misurazione.

Tra i membri della giuria composta da otto professionisti provenienti da svariati settori, si ricordano Giusy Stanziola, vice presidente di UniCredit Start Lab, Valeria Ferrero, Head of Marketing & Business Development di Ersel, e Lorenza Morandini, Board Member & Managing Director di Angels4Women e tanti altri ancora.

Le partecipanti, oltre alla possibilità di poter vincere i premi sopra menzionati, avranno l’occasione di presentare il loro progetto a una platea e a una giuria prestigiose, aumentare di conseguenza le loro possibilità di trovare investitori, grazie al network del quale i giurati fanno parte e infine, raccontare la loro realtà a un pubblico internazionale, aumentando le proprie possibilità di successo oltre i confini nazionali.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 2