Yahoo punta sulle news d'autore, Marissa Mayer sfida Google - CorCom

CES LAS VEGAS 2014

Yahoo punta sulle news d’autore, Marissa Mayer sfida Google

Dal palco del Ces di Las Vegas il ceo annuncia le strategie “editoriali”: riflettori puntati sul giornalismo di qualità. Fra le novità anche una smart tv in grado di interpretare gusti e abitudini degli utenti per proporre contenuti e spot personalizzati

08 Gen 2014

A.S.

Un nuovo modo di accedere alle news online, mantenendo la qualità giornalistica dell’informazione. E’ una delle sfide per la crescita di Yahoo! lanciata da Marissa Mayer (a destra nella foto), Ad e Ceo del motore di ricerca, durante il Ces, la fiera internazionale dell’elettronica in corso a Las Vegas. Insieme a lei sul palco dell’Lvh Theater Katie Couric (a sinistra nella foto), anchorwoman e giornalista televisiva che Yahoo! ha soffiato alla Cbs, e che ora spenderà le sue capacità e la sua immagine per i progetti online dell’azienda di Sunnyvale, in California. I primi progetti a vedere la luce come frutto di questa collaborazione sono una nuova App per il portale e un nuovo formato di magazine digitale.

“Oggi – ha detto la Mayer – chiunque abbia un cellulare e un account Twitter può dare notizie, ma in questo Tsunami dell’informazione tutti avvertono la mancanza di una qualità giornalistica. Ed è questa che noi vogliamo assicurare”. Con una particolare attenzione agli utenti mobile, che la Mayer ha quantificato in più di 400 milioni, per i quali è stato pensato Yahoo News Digest, una app aggregatrice che assume la forma di un magazine, pubblicato due volte al giorno con articoli, foto, video e tweet che vengono scelti e pubblicati da una redazione, che le selezioni da una serie di fonti, non per forza giornalistiche.

A illustrare il funzionamento della nuova app, che è già presente sull’app store, è stato Nick D’Aloisio, mentre a spiegare il nuovo formato dei magazine di Yahoo! è stato David Pogue, ex columnist tecnologico del New York Times, che ha anche paralto di “Yahoo Tech”, che ha l’obiettivo di “demistificare la tecnologia per i consumatori chiamando le cose come devono essere chiamate”.

Durante l’happening si è parlato anche della Yahoo! smart tv, quando il vicepresidente di Yahoo Adam Cahan ha spiegato le nuove funzioni “smart” di programmi e contenuti del device, in grado di offrire suggerimenti agli utenti in base alle loro abitudini di utilizzo, e David Karp, il Ceo di Tumblr, che proprio “interpretando” le abitudini degli utenti proporrà loro contenuti sponsorizzati personalizzati.