I BANDI

Competenze digitali e tecnologie: la Commissione Ue stanzia 122 milioni

Gli investimenti fanno parte del programma di lavoro principale 2022-2023 di Europa digitale. 32 milioni saranno destinati alla sicurezza di Internet, 31 a progettisui dati, 25 per le infrastrutture cloud ed edge, 18 per l’intelligenza artificiale e 16 per promuovere le skill più avanzate

Pubblicato il 11 Mag 2023

italia, europa

Rafforzare le tecnologie e le competenze digitali in tutta l’Unione Europea. E’ questo l’obiettivo del primo ciclo di inviti aperto oggi dalla Commissione Ue per 122 milioni di euro, aperti a imprese, pubbliche amministrazioni e altri soggetti degli Stati membri dell’UE, dei paesi Efta/See e dei paesi associati. Gli investimenti fanno parte del programma di lavoro principale 2023-2024 di Europa digitale.

Creare fiducia nella trasformazione digitale

L’obiettivo del ciclo di investimenti appena annunciato è di creare un clima di fiducia nella trasformazione digitale. Ma passiamo in rassegna gli inviti nel dettaglio:

WHITEPAPER
Ripensare il performance management. Quali nuovi approcci possibili? Scopri l’app Feedback4You!
Work performance management
Recruiting

32 milioni di euro, spiega la Commissione Europea in una nota, sono destinati a progetti relativi a una rete di centri per un’internet più sicura, che aiuterà i minori a gestire i rischi online e consentirà ai cittadini di segnalare in forma anonima il materiale pedopornografico online. Gli investimenti andranno anche sui poli dell’Osservatorio europeo dei media digitali, che contribuiscono alla lotta contro la disinformazione in Europa, e nel quadro di riferimento per il risparmio energetico dell’UE, che faciliterà lo sviluppo di un’applicazione per aiutare i cittadini a ridurre il consumo di energia, e in un sistema informatico che contribuirà a rimuovere il materiale pedopornografico online.

 Ulteriori 31 milioni di euro saranno destinati a progetti sui dati. “Si investirà, ad esempio – spiega la Commissione Ue – nel progetto Genome for Europe, allo scopo di creare una banca dati europea di riferimento sui genomi che contribuisca a progressi innovativi nella ricerca, nell’innovazione, nella prevenzione delle malattie e nell’assistenza sanitaria.

 25 milioni di euro andranno a progetti per le infrastrutture cloud ed edge, “anche per sostenere – recita il comunicato – lo sviluppo di una piattaforma collaborativa sicura per le industrie aeronautica e della sicurezza”.

Infine, 18 milioni andranno a progetti sull’intelligenza artificiale e 16 milioni per promuovere competenze digitali avanzate, rafforzando quindi le competenze nell’ambito dei semiconduttori e promuovendo le competenze digitali degli studenti e in particolare delle studentesse.

 Tempo fino al 26 settembre per le candidature

Il termine per candidarsi è il 26 settembre 2023 (qui tutte le informazioni ulteriori). Ulteriori bandi nell’ambito del programma di lavoro principale 2023-2024 saranno pubblicati alla fine di maggio, spiega la Commissione Ue, e più avanti nell’anno. Il programma di lavoro principale 2023-2024 ha una dotazione complessiva di 909,5 milioni di €, di cui 392 milioni saranno utilizzati per azioni nel 2023.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articolo 1 di 2