TRANSIZIONE DIGITALE

European digital hub: nasce il polo delle imprese marchigiane

Il progetto Edih4Marche fra i vincitori della gara europea per la costituzione di una rete di centri di innovazione, con altri 12 Edih italiani che saranno finanziati al 100% con fondi pubblici. Focus sulle tecnologie per l’industria 4.0

09 Ago 2022

Veronica Balocco

industry-industria-robot-fabbrica2

Il progetto Edih4Marche, polo europeo per la transizione digitale delle imprese marchigiane, è fra i vincitori della gara europea per la costituzione di una rete di European digital innovation hub (Edih): il progetto ha superato la selezione e si è posizionato fra i 13 Edih italiani (41 le proposte presentate in Italia) che saranno finanziati al 100% dalla Comunità europea e dallo Stato italiano. 

Il progetto vede come capofila il Dih di Confindustria Marche e mette in rete gli altri 4 Dih di Confartigianato imprese Marche, Cna Marche e Compagnia delle Opere, Confcommercio Marche, Lega Coop Marche e Confcooperative Marche, l’Università Politecnica delle Marche e l’Università di Camerino, la piattaforma tecnologica I-Labs Industry, i Competence centre artes 4.0 della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa e Made del Politecnico di Milano e la Camera di Commercio delle Marche.

Punto di riferimento per l’intera regione

La proposta ha ottenuto anche l’endorsement della Regione Marche che ne ha riconosciuto la valenza strategica. Edih4Marche entrerà – dopo il completamento dell’iter per il grant agreement – a far parte della costituenda rete degli European digital innovation hub, a cui la Commissione europea ha deciso di affidare il compito di assicurare la transizione digitale dell’impresa, con particolare riferimento alle pmi, attraverso l’adozione delle tecnologie digitali avanzate: intelligenza artificiale, calcolo ad alte prestazioni, sicurezza informatica. Molto soddisfatti e orgogliosi tutti i partner del progetto.

WHITEPAPER
Aumenta la competitività della tua azienda con IoT e RTLS
IoT
Industria 4.0

«Il nostro impegno – afferma Claudio Schiavoni, presidente di Confindustria Marche e presidente del Dih Marche, capofila del progetto – sarà volto a valorizzare il prezioso lavoro svolto dall’ecosistema regionale e il compito di favorire la crescita della competitività delle imprese marchigiane, rafforzando tutti i Digital hub e proiettandoli verso una dimensione europea che potrà ulteriormente aiutare le imprese». Il presidente del Dih Confartigianato imprese Marche Emanuele Pepa, afferma che «Edih4Marche fungerà da punto di riferimento unitario per l’intera Regione Marche, con un target di imprese pressoché totale e multisettoriale.

Intelligenza artificiale e cybersecurity al centro

Il focus tecnologico del costituendo polo regionale, in base alle specializzazioni e competenze presenti nella Regione, verterà prevalentemente sulle tecnologie di Industria 4.0, con particolare riferimento al manifatturiero ed alla sperimentazione e trasferimento delle tecnologie di Ai e cybersecurity alle micro e piccole imprese».

Marzio Sorrentino, presidente di Marche innovation hub, promosso dal sistema Cna Marche e da Compagnia delle Opere Marche Sud, sostiene che Edih4Marche «potrà rappresentare per l’artigianato e la piccola e media impresa l’occasione per accompagnarle nel processo di transizione digitale 4.0. Il nuovo polo europeo metterà le proprie competenze a supporto delle nuove strategie di impresa». Il presidente Edi Marche della Confcommercio Marche Giacomo Bramucci sottolinea che «grazie alla rete di contact point sul territorio, Edih4Marche favorirà la transizione digitale delle imprese del mondo del turismo, del commercio e dei servizi attraverso attività di assessment test before investment, formazione e sperimentazione tecnologica. Questo progetto rappresenta una grande vittoria per la nostra regione, e al tempo stesso un’importante opportunità di crescita e di sviluppo strategico».

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Approfondimenti

D
digital hub
E
europa
I
innovazione

Articolo 1 di 5