IL PROVVEDIMENTO

Guerra Ucraina, l’Ue: “Fine della cooperazione su ricerca e innovazione con la Russia”

La Commissione delibera la sospensione di contratti e accordi con enti russi nei due settor. Stop anche ai finanziamenti nell’ambito di Orizzonte Europa, mentre la partecipazione ai programmi sarà garantita ai ricercatori ucraini

04 Mar 2022

Veronica Balocco

europa-commissione-170828155452

Sospensione della cooperazione con enti russi nel campo della ricerca, della scienza e dell’innovazione. E’ il provvedimento adottato dalla Commissione europea “a seguito dell’invasione russa contro l’Ucraina e in solidarietà con il popolo ucraino”. La Commissione  – recita una nota ufficiale – “non concluderà nuovi contratti né nuovi accordi con organizzazioni russe nell’ambito del programma Orizzonte Europa. Inoltre, sospende i pagamenti a entità russe nell’ambito di contratti esistenti. Tutti i progetti in corso, a cui partecipano organizzazioni di ricerca russe, sono in fase di revisione, sia nell’ambito di Orizzonte Europa che di Orizzonte 2020, il precedente programma dell’Ue per la ricerca e l’innovazione.

Finanziamenti alle realtà ucraine di successo

“La cooperazione dell’Ue in materia di ricerca si basa sul rispetto delle libertà e dei diritti che sono alla base dell’eccellenza e dell’innovazione – spiega Margrethe Vestager, vicepresidente esecutiva per un’Europa pronta per l’era digitale -. L’atroce aggressione militare della Russia contro l’Ucraina è un attacco contro quegli stessi valori. È quindi giunto il momento di porre fine alla nostra cooperazione di ricerca con la Russia”.

WHITEPAPER
Come evolve l’Open Banking? Diventa Open Finance: scopri di più
Amministrazione/Finanza/Controllo
Digital Transformation

“L’aggressione militare della Russia contro l’Ucraina è un attacco alla libertà, alla democrazia e all’autodeterminazione, su cui si basano l’espressione culturale, la libertà accademica e scientifica e la cooperazione scientifica – aggiunge Mariya Gabriel, Commissaria per l’Innovazione, la ricerca, la cultura, l’istruzione e la gioventù -. Di conseguenza, abbiamo deciso di non impegnarci in ulteriori progetti di cooperazione in ricerca e innovazione con entità russe. Allo stesso tempo, siamo fortemente impegnati a garantire una partecipazione continua e di successo dell’Ucraina ai programmi di ricerca e formazione di Orizzonte Europa ed Euratom. Scienziati e ricercatori ucraini sono stati partecipanti chiave nei nostri programmi quadro dell’Ue per la ricerca e l’innovazione per 20 anni e hanno dimostrato eccellenza e leadership nell’innovazione. Abbiamo adottato misure amministrative per garantire che i beneficiari ucraini di successo possano ricevere finanziamenti dai programmi di ricerca e innovazione dell’Ue”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5