I NUOVI FONDI

React-Eu 2022, spinta alle Pmi digitali del Centro-Nord. Sul piatto 131 milioni

Dopo le risorse per il Sud sprint del programma europeo a sostegno delle imprese tricolori. Un miliardo extra destinato all’Italia per il 2022. La ministra Carfagna: “Abbiamo ottenuto una consistente revisione al rialzo”

01 Apr 2022
carfagna

Spinta all’innovazione delle Pmi del Centro-Nord italiano. Ammontano infatti a 131 milioni i fondi previsti dal React-Eu 2022 per la digitalizzazione delle piccole e medie imprese centro settentrionali a un anno dalla stessa misura prevista per quelle del Sud. Il pacchetto di aiuti è contenuto nel programma di sostegno alla ripresa post-Covid approvato dalla Commissione europea che per il nostro Paese stabilisce, per il 2022, 1 miliardo in più rispetto al previsto.

La tranche 2022 del programma europeo

“Non solo abbiamo il sì della Commissione europea alla programmazione del React-Eu, il primo programma di sostegno attivato dopo la pandemia, ma abbiamo ottenuto anche una consistente revisione al rialzo della quota spettante all’Italia: 934 milioni di euro in più, che portano a 14,4 miliardi di euro la somma complessiva investita nel nostro Paese”. Così il ministro per il Sud e la Coesione territoriale, Mara Carfagna, annuncia l’approvazione a Bruxelles della programmazione della tranche 2022 del React-Eu dal valore di circa 3,1 miliardi, che vanno ad aggiungersi agli 11,3 miliardi ottenuti nel 2021. “Una quota consistente di questa cifra, il 67,6 per cento del totale, è destinata al Sud – spiega il ministro – e l’incremento ottenuto ci consentirà di potenziare gli interventi previsti e avviarne di nuovi”.

WHITEPAPER
Cosa serve per risparmiare davvero sull’energia? L’IoT da solo non basta!

Cosa prevede la nuova misura

Tra gli interventi totalmente nuovi che saranno finanziati c’è il rinnovo delle flotte dei bus con mezzi compatibili sul piano ambientale (175 milioni di euro, tutti al Sud) e la realizzazione di ambienti didattici innovativi nelle scuole dell’infanzia statali (159 milioni di euro, di cui 73 destinati al Mezzogiorno).

L’incremento di risorse consentirà poi di finanziare ulteriori progetti di ristrutturazione delle reti idriche al Sud per 169 milioni (con lo scorrimento della graduatoria del bando 2021); di destinare altri 200 milioni di euro al Fondo di garanzia per le piccole e medie imprese (174 milioni al Sud); di aggiungere 100 milioni di euro agli investimenti per i laboratori green e innovativi nelle scuole del secondo ciclo (46 milioni al Sud) e 131 milioni di euro per la digitalizzazione delle Pmi del Centro-Nord (nel 2021 lo stesso intervento era già stato rivolto esclusivamente al Sud).

La strategie europea React

React-Eu fa parte di NextGenerationEU e apporta 50,6 miliardi di euro di finanziamenti aggiuntivi (a prezzi correnti) ai programmi della politica di coesione per il 2021 e il 2022, da utilizzare entro la fine del 2023. L’obiettivo è sostenere la ripresa economica e sociale dalla crisi del coronavirus promuovendo il superamento degli effetti della crisi e la resilienza dell’assistenza sanitaria e delle imprese e il sostegno ai gruppi più vulnerabili. I fondi contribuiscono inoltre alle priorità verdi e digitali per una ripresa intelligente e sostenibile.

Nell’ambito del programma sono disponibili circa 40 miliardi per il 2021, più del 92% dei quali è già stato assegnato a programmi di investimento. I fondi sono stati utilizzati principalmente per colmare il divario tra le misure di emergenza adottate all’inizio della crisi e il superamento a lungo termine degli effetti della crisi.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Personaggi

M
mara carfagna

Approfondimenti

P
pmi digitali
R
react-eu

Articolo 1 di 5