Banco Santander brucia tutti sul tempo: primo prestito obbligazionario su blockchain - CorCom

FINTECH

Banco Santander brucia tutti sul tempo: primo prestito obbligazionario su blockchain

La piattaforma tecnologica consentirà di effettuare le transazioni riducendo il numero di intermediari e rendendo le operazioni più veloci, più efficienti e più semplici

12 Set 2019

D. A.

Banco Santander ha annunciato oggi di aver emesso il primo prestito obbligazionario sfruttando la tecnologia blockchain. È il primo passo verso la creazione di un potenziale mercato secondario garantito da un sistema di sicurezza non tradizionale. Un esperimento che il gruppo ha portato avanti in casa: il Banco Santander è infatti esso stesso l’emittente dell’obbligazione da 20 milioni di dollari, che è stata acquistata da una delle unità del gruppo al prezzo di mercato. L’obbligazione ha una cedola trimestrale dell’1,98%. Santander Securities Services agisce come agente e custode delle chiavi crittografiche. Anche il contante utilizzato per completare l’investimento (consegna blockchain contro pagamento) e le cedole trimestrali sono state rappresentate digitalmente sulla blockchain. Grazie a questa automazione, il prestito obbligazionario con scadenza a un anno ha ridotto il numero di intermediari necessari nel processo, rendendo l’operazione più veloce, più efficiente e più semplice.

WHITEPAPER
10 passi per gestire al meglio le spese di trasferta dei dipendenti
Pagamenti Digitali
Digital Payment

José García Cantera, direttore finanziario del Banco Santander, ha sottolineato che “Santander è in prima linea nella realizzazione di la profonda trasformazione digitale del settore finanziario e questa operazione ne è un esempio. Vogliamo sfruttare qualsiasi tecnologia in grado di accelerare tale processo, in modo che i nostri clienti prosperino ed essere più veloci ed efficienti, e la blockchain è una di queste tecnologie”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA