L'OPERAZIONE

Banking, newco Sisal-Intesa Sanpaolo per i servizi di prossimità

Guidata da Emilio Petrone, la nuova società offrirà prestazioni di proximity banking e di pagamento in oltre 50mila esercizi distribuiti sull’intero territorio nazionale

23 Dic 2019

F. Me

Una nweco per offrire servizi finanziari di prossimità. E’ quella costituita da Intesa Sanpaolo, attraverso Banca 5, e Sisal Group. La nuova realtà servirà circa 20 milioni di clienti, sia attraverso una capillare rete di oltre 50mila esercizi, presenti anche nei comuni e nelle frazioni più piccole del nostro Paese, sia attraverso prodotti e servizi digitali particolarmente innovativi.

Il nuovo amministratore delegato Emilio Petrone, dopo aver fondato e sviluppato SisalPay si focalizzerà sull’organizzazione e la crescita della nuova realtà. Il Cda ha inoltre nominato Paolo Fumagalli presidente della neonata società. Nel CdA entra a far parte anche Fabio Gallia.

La newco, operativa da gennaio 2020 e partecipata al 70% da Sisal Group e al 30% da Banca 5 (Intesa Sanpaolo), rappresenterà il primo operatore italiano con modello di “proximity banking”, garantendo grandi benefici ai consumatori ed alla rete degli esercizi interessati dall’accordo, tramite l’integrazione dell’offerta di Banca 5 e SisalPay, i cui brand continueranno ad operare.

WHITEPAPER
Pagamenti digitali: come ottimizzare la gestione delle spese aziendali centralizzate?
Finanza/Assicurazioni
Pagamenti Digitali

“Grazie all’impegno e alla determinazione di Sisal Group e Intesa Sanpaolo, oggi annunciamo la nascita del primo operatore italiano di proximity banking – spiega l’ad della newco Petrone – Attraverso un percorso di integrazione abbiamo creato l’offerta di servizi finanziari e di pagamento più accessibile del nostro Paese, a beneficio di clienti, cittadini, imprese e Pubblica Amministrazione. Si concretizzano così le strategie definite insieme al nostro azionista Cvc Capital Partners, volte a generare valore aggiunto per i nostri stakeholder”.

Per Stefano Barrese, responsabile della Divisione Banca dei Territori di Intesa Sanpaolo, “l’accordo con SisalPay consentirà la nascita di un nuovo operatore leader nei servizi finanziari di prossimità”.

“Capillarità e complementarietà per noi di Intesa Sanpaolo significano permettere ai nostri clienti e concittadini che vivono anche nei comuni e nelle frazioni più piccole e che oggi sono rimaste senza una presenza bancaria diretta, di poter eseguire operazioni di base in modo semplice e diretto, lasciando alle filiali in particolare l’importante compito della consulenza evoluta e dei servizi ad alto valore aggiunto, come il risparmio, la protezione e il credito”, conclude Barrese.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Aziende

I
intesa sanpaolo
S
sisal

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Link

Articolo 1 di 2