LA STIMA

Bitcoin, Standard Chartered: “Varrà 100mila dollari entro l’anno”

Secondo gli analisti della banca d’affari il valore raddoppierà e nel lungo termine si spingerà fino a 175mila dollari. Intanto però la criptovaluta perde il 9%, attestandosi a 46.215 dollari, dopo essere stata formalmente adottata come moneta legale a El Salvador, primo paese al mondo

08 Set 2021

Mi Fio

bitcoin-170830160444

Il Bitocin raggiungerà un valore di 100mila dollari entro fine anno o inizio 2022. È quanto stimano gli analisti della banca d’affari Standard Chartered, secondo i quali dunque la criptovaluta raddoppierà l’attuale quotazione. Il tetto dei 50mila dollari è stato più volte superato nei mesi scorsi anche se ieri il Bitcoin ha lasciato su strada quasi il 10% attestandosi a un controvalore di 46.215 dollari. Il tutto appena a seguito dell’entrata in vigore formale del Bitcoin in qualità di valuta a tutti gli effetti, al pari del dollaro, a El Salvador, primo Paese al mondo.

Nelle ultime 24 ore al ribasso anche le altre principali criptomonete: Ethereum ha ceduto il 10,83% a 3.360 dollari, Cardano il 12.41% a 2,35 dollari, Binance Coin il 14,19% a 404 dollari. La capitalizzazione di Bitcoin si attesta a 867 miliardi di dollari, mentre quella complessiva di tutte le criptovalute a 2 mila miliardi di dollari, -10,14% nelle ultime 24 ore secondo i dati aggregati di Coinmarketcap.

Riguardo al valore delle criptovalute alternative al Bitcoin gli analisti di Standard Chartered sottolineano che Ethereum, il secondo asset crittografico più scambiato, potrebbe raggiungere un valore fra i 26mila e i 35mila dollari. “Come mezzo di scambio, il bitcoin potrebbe diventare il metodo di pagamento peer-to-peer dominante per i non bancari globali in un futuro mondo senza contanti”, sottolinea il team di ricerca crittografica di Standard Chartered guidato da Geoffrey Kendrick.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Approfondimenti

B
Bitcoin
C
criptovalute
E
Ethereum

Articolo 1 di 5