IL CASO

Criptovalute: furto da 600 milioni di dollari, fra i maggiori di sempre a livello mondiale

Colpita da un attacco hacker la piattaforma di finanza decentralizzata Poly Network: i cybercriminali hanno sfruttato una vulnerabilità per sottrarre token da Ethereum, BinanceChain e OxPolygon

11 Ago 2021

Domenico Aliperto

ethereum

Più di 600 milioni di dollari sono stati rubati in quello che probabilmente sarà uno dei più grandi furti di criptovalute di sempre. Gli hacker hanno sfruttato una vulnerabilità in Poly Network, una piattaforma finanziaria decentralizzata capace di rendere interoperabili diverse blockchain. Poly Network ha rivelato l’attacco su Twitter e ha chiesto di stabilire una comunicazione con gli hacker e li ha esortati a “restituire le risorse violate”.

La richiesta di Poly Network

“Caro hacker (…) vogliamo metterci in contatto con te ed esortarti a restituire i beni che hai violato”, ha scritto la società Poly Network in una lettera agli hacker pubblicata su Twitter. “La quantità di denaro che avete violato è la più grande nella storia della finanza decentralizzata”, ha continuato la società. “Questo denaro proviene da decine di migliaia di membri della comunità di criptovalute”.
In tutto, il furto di token da Ethereum, BinanceChain e OxPolygon ammonterebbe come detto a circa 600 milioni di dollari, secondo i calcoli di utenti come il ricercatore di cybersecurity ed esperto di Ethereum Mudit Gupta. Cifra confermata dai ricercatori della società di sicurezza SlowMist, che hanno affermato che un totale di oltre 610 milioni di dollari di criptovaluta è stato trasferito a tre indirizzi diversi. Poly Network ha esortato gli scambi di criptovalute a “inserire nella lista nera i token” provenienti dagli indirizzi collegati agli hacker.

Digital event
Torna il Cybersecurity 360 Summit strategia nazionale di cybersicurezza. Online, 27 ottobre
Sicurezza
Sicurezza dei dati

Un fenomeno in espansione

Alla fine di aprile, i furti di criptovalute, gli hack e le frodi avevano raggiunto i 432 milioni di dollari in totale, secondo CipherTrace. “Questa cifra può sembrare piccola rispetto agli anni passati, ma se guardiamo più in dettaglio, vediamo una tendenza allarmante: gli hack nella finanza decentralizzata rappresentano ora più del 60% del volume totale dei furti”, nota la società specializzata.

Dall’inizio dell’anno fino a luglio, gli hack relativi alla finanza decentralizzata hanno sottratto 361 milioni di dollari, un aumento di quasi tre volte rispetto all’intero 2020. Anche le frodi del settore sono in aumento. Nei primi sette mesi dell’anno, hanno rappresentato il 54% del volume totale delle frodi crittografiche contro il 3% di tutto l’anno scorso.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Aziende

E
Ethereum
P
Poly Network

Approfondimenti

C
criptovalute
F
furto
H
hacker

Articolo 1 di 3