Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

L'OFFERTA

E-banking, la nuova scommessa di Retelit

L’operatore presenta le soluzioni sviluppate per sostenere la trasformazione digitale di banche e assicurazioni. Integrazione tra private e public cloud, monitoraggio applicativo e Data Center in grado di ospitare i sistemi aziendali tra i servizi a disposizione

21 Mag 2019

Retelit scommette sul fintech. L’operatore italiano presenta l’offerta dedicata al mondo delle banche, delle assicurazioni e degli operatori finanziari; un ecosistema di soluzioni integrate per accompagnare le aziende nel settore Finance verso una completa e totale trasformazione digitale.

Con una spesa di circa 6,2 miliardi di euro all’anno per Innovazione Ict, il mercato Finance – il settore è radicalmente cambiato con l’introduzione di importanti innovazioni tecnologiche e normative –  è tra i più interessati a completare il percorso di trasformazione digitale, soprattutto per quanto riguarda il rafforzamento e l’evoluzione dei servizi legati alla sicurezza dei pagamenti, alla dematerializzazione, allo sviluppo di nuove applicazioni e alle forme più evolute di assistenza e interazione con i clienti.  In questo quadro Retelit ha messo a punto un pacchetto di servizi “su misura, smart, sicuri e flessibili” – fa sapere l’azienda – che consentono alle aziende Finance di ripensare le proprie architetture informative garantendo una gestione più efficiente, agile e sicura.

“L’era digitale ha radicalmente cambiato le banche e il loro modello operativo, a partire dalle modalità di interazione con il cliente – spiega l’Ad e Dg di Retelit, Federico Protto – Sotto il profilo dei sistemi informativi però molto può essere ancora fatto e Retelit, combinando la componente infrastrutturale a quella applicativa, è il partner ideale per rispondere alle esigenze tecnologiche di banche, assicurazioni e operatori finanziari con un’offerta innovativa in grado di supportare i processi di digital transformation, apportando benefici in termini di costo, qualità e scalabilità”.

Per molti anni le banche non sono riuscite ad adottare sistemi cloud per motivi di sicurezza e affidabilità: per fare fronte a questo problema Retelit ha messo a punto la piattaforma Multicloud in grado di gestire la connessione tra ambienti private, pubblici e legacy in maniera efficiente e scalabile. Questo permette la gestione delle applicazioni finanziarie, sia che si trovino in ambienti legacy che in processi e applicazioni cloud native (per esempio collegate all’home banking), superando le rigidità degli attuali sistemi che comportano ormai rischi sia in termini operativi ed economici che di sicurezza.

Focus anche sulla sicurezza dei dati e delle informazioni aziendali e dei clienti nell’era dell’open banking. L’offerta Retelit integra tutta la vasta gamma di servizi di cybersecurity offerti in modalità cloud dall’azienda, per garantire la salvaguardia dei dati sensibili dei clienti e delle strutture finanziarie, consentire il monitoraggio costante dei sistemi e un intervento tempestivo in caso di attacchi malevoli o data breach.

In termini di connettività, l’offerta di Retelit si completa con i servizi Sd-Wan, per collegare e gestire in maniera agile tutte le sedi aziendali, favorendo al contempo una trasformazione in chiave digital delle filiali, capace di impattare positivamente sulla customer experience dei clienti e i sistemi di Application Performance Monitoring (Apm) per tenere sotto controllo l’intera rete e le applicazioni finanziarie in base a Kpi specifici a livello di back-end e di front-end, prevenendo fault e perdite di dati rilevanti.  Retelit, inoltre, con la certificazione di Borsa Italiana consente la connessione della rete di una banca verso i servizi dello stock exchange.  

Completano il pacchetto le soluzioni per la dematerializzazione di documenti e processi che ancora oggi sono legati all’utilizzo della carta e una piattaforma R&D per sviluppare la propria blockchain dove testare e sviluppare le proprie applicazioni e piattaforme in modo conforme ai nuovi protocolli.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Approfondimenti

F
Federico Protto
R
retelit

Articolo 1 di 4